Utente 287XXX
Signori,

Da qualche mese accuso dei fastidiosi dolori al quadrante destro degli addominali, specificamente alla zona "bassa" (zona fegato, per intenderci).
Ho fatto diversi esami e proceduto con diverse cure: dalle creme alla fisioterapia alle analisi più approfondite (eco). Pare che muscolarmente non ci sia niente, ma si tratti di un affaticamento. Il problema è che più sto fermo... più non passa.
E' un dolore che esce sotto sforzo, quando, durante la corsa, arrivo a determinate velocità di andatura. La parte si arrossa e dal male mi costringe a fermarmi.
Ho anche notato che parte degli addominali del quadrante superiore di destra appaiono di pigmentazione più scura (il fisioterapista mi assicurò dicendo che era a causa di un muscolo affaticato posto "dietro" gli addominali e che li condizionava), ma la mia richiesta di consulto riguarda specificamente la zona bassa del quadrante dx. Il fegato, il medico di base, lo esclude. C'è qualcosa che si può fare: ulteriori analisi/approfondimenti?

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Quello che posso dirle che certamente non può, da come descrive, essere un dolore dato dal fegato. Ad ogni modo è sufficiente eseguire un'ecografia dell'addome per escludere una responsabilità di tale organo.

Cordialmente

Casa di Cura La Madonnina - Milano
COLONSCOPIA ROBOTICA e INDOLORE
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Grazie della risposta Dottore.
In effetti, dimenticavo di aggiungere che un'ecografia l'ho fatta. O meglio, l'ho detto ma senza indicare gli esiti.
Il fegato è stato escluso, così pure è stato dilaniato ogni possibile dubbio a livello muscolare. La dott.ssa quindi propendeva per due soluzioni: o l'affaticamento muscolare (anche se difficile, perché sta durando troppo, e non ho mai sofferto così tanto per affaticamenti, che pure ho avuto in passato), oppure ha precisato qualcosa che non ho ben capito, a riguardo di possibili "interferenze" della struttura cartilaginea, che potrebbe essere più "pronunciata" a destra e quindi provocare dolore (ha parlato al condizionale, molto ipotetico). Dimenticavo, questa volta sì, di aggiungere che i "miei muscoli" di destra, addominali ma anche i muscoli delle gambe, sono proporzionalmente più "deboli" di quelli di sinistra.
Riguardo a quelle strutture cartilaginee, così come mi era stato accennato, devo prenderne semplicemente atto (riposo)?
Grazie di nuovo e buona giornata.

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Escludendo una responsabilità di organi addominali non resta che pensare ad una problematica osteo-muscolare. Troverei utile un consulto con un bravo Chiroprata.

Saluti
Casa di Cura La Madonnina - Milano
COLONSCOPIA ROBOTICA e INDOLORE
www.endoscopiadigestiva.it