Utente 241XXX
Cari dottori,da circa 3 mesi soffro di pubalgia che mi è stata però diagnosticata solo una settimana fa dalla fisiatra che non mi ha però saputo dire granchè.Durante il periodo il dolore è stato altalenante ed era limitato alla sinfisi pubica,mentre 2 settimane fa eseguendo un allungo si è diradato agli adduttori tanto da causarmi uno "zoppicamento" nella camminata.Da quel giorno ho sopeso completamente qualsiasi attività sportiva e ad oggi il dolore è più un leggero fastidio. Premetto che pratico pugilato a livello agonistico per 5 volte a settimana e molto probabilmente è questa la causa della pubalgia.Attualmente sto ponendo del ghiaccio nelle zone interessate per 2 volte al giorno circa e un antiinfiammatorio a base di arnica e artiglio del diavolo che è contato molto..L'abbassamento della sintomatologia dolorosa è simbolo di guarigione? Inoltre vorrei sapere quando posso riprendere l'attività sportiva e in che modo..

[#1] dopo  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Penso che sia opportuno verificare i carichi e le modalità del suo allenamento, ma spesso il carico allenante mette solo in evidenza problemi preesistenti. Credo sia opportuno controllare la postura rivolgendosi ad uno specialista. Ovviamente prima di riprendere i normali carichi di lavoro è necessario attendere la completa scomparsa della sintomatologia dolorosa.
La terapia che sta facendo è corretta, ma per parlare di guarigione è necessario che i dolori siano scomparsi e che non ricompaiano nemmeno dopo un allenamento
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica