Utente 245XXX
Buongiorno,
pratico sport a livello agonistico e mi alleno tutti i giorni. In merito all'attività sportiva praticata (nuoto e attività in palestra per circa 2/3 ore ogni giorno), un mio compagno di squadra poco più giovane di me (24 anni) non ha ricevuta nessuna controindicazione in maniera generica e del tutto informale da un giovane medico amico ad assumere in piccole dosi (ca. 30 g al dì) proteine liofilizzate (che non saprei meglio indicare) da diluire con acqua e da assumere subito dopo l'attività di allenamento. Il soggetto non ha disturbi alimentari di nessun genere e nemmeno carenze a livello muscolare che richiedano questo tipo di alimentazione. Inoltre, rispetto ai cicli di sforzo ai quali siamo sottoposti e noto che questo tipo di sostanze così assunte possono pesare e addirittura essere dannose per il fegato, senza contare che è possibile reintegrarle attraverso la normale alimentazione, ritengo questa sua nuova abitudine superflua se non addirittura dannosa e sto cercando di farlo desistere. Per tanto, ben sapendo quanto possa essere generica una risposta in merito senza dati più precisi, desidererei ricevere una risposta che possa sottoporgli in maniera tale da spingerlo, quantomeno, ad un consulto con un medico sportivo o un medico dell'alimentazione che possa meglio consigliarlo.
Ringrazio per la cortese attenzione

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
Per il supporto dell'attività fisica di allenamento e per l'agonismo è fondamentale la scelta di una dieta appropriata al singolo soggetto, che soddisfi l'elevato fabbisogno energetico e calorico e risponda alle esigenze necessarie per le funzioni vitali, per i processi di termoregolazione, la compensazione delle perdite (sudore, urina, ecc.) e il turnover dei tessuti.

Tutto questo è possibile solo dopo idonea e completa visita medica (ed accertamenti conseguenti) cardiologica, gastroenterologica, etc.

Consigli improvvisati non sono da raccomandare.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it