Utente 147XXX
Salve, sono un ragazzo di 25 anni, da due mesi ho iniziato a praticare seriamente Mountain Bike. Fin da subito mi son sentito in forma muscolarmente riuscendo a coprire chilometri e altimetrie in poche settimane. Nonostante i muscoli siano dalla mia parte però le ginocchia mi danno dei problemi. In particolar modo, verso la fine del giro(40km in pianura, ma diminuiscono con l'aumentare della salita fatta) ho dei dolori, a volte ingravescenti laterali al ginocchio, a volte dietro al ginocchio, e a volte interne, quest'ultime sono spesso come "puntura d'ago" istantanei, che non mi bloccano la pedalata, ma alla lunga diventano piu frequenti e direi collegati alle variazioni del movimento di pedalata.

Il giorno dopo solitamente sto gia bene, al massimo ho la muscolatura soprarotulea indolenzita, e ultimamente sento le ginocchia pesanti, ma nessun problema a camminare o fare scalini, solo riutilizzando la bici si ripresentano, ma in generale in 3 gg sono a punto zero.

Approfittando di un amico mi son fatto visitare velocemente da un ortopedico che ha detto che all'esame obiettivo le ginocchia sembrano funzionare bene.


Ora il mio dubbio è, se mi conviene apsettare nel caso sia solo questione di allenamento per rinforzare e allenare la muscolatura e i legamenti(magari ho esagerato iniziando a fare troppo per le mie articolazioni non abituate), effettuare una risonanza e visita ortopedica, andare da un biomeccanico per analizzare la posizione in bici.

Vi ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Per poterle rispondere sarebbero necessari:
- una visita accurata (meglio se effettuata dal medico dello sport che conosce in modo più specifico i carichi sportivi) con un controllo della postura
- un controllo della bicicletta e della sua posizione sulla stessa
- un accurata verifica dei carichi di allenamento: forse il carico è stato eccessivo per le sue caratteristiche strutturali.
Le consiglio quindi, per evitare rischi di patologie più gravi, di rivolgersi per prima cosa allo specialista in medicina dello sport e seguire le sue indicazioni.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com