Utente 609XXX
Salve sono un ragazzo di 24 anni, a fine gennaio durante il classico allenamento del venerdi di calcio mi sono slogato la caviglia con la conseguente rottura dei legamenti della caviglia e una frattura al perone in alto appena sotto il ginocchio, dopo pochi giorni sono stato operato in un ospedale di brescia (poliambulanza) dove mi hanno ricostruito il legamento Deltoideo e tibio-peroneale distale e e chioso la sondesmosi con una vite.
La degenza è stata di 2 settimane di protesi di gesso, tolti i punti altre 3 settimane di gesso fino al ginocchio.
Due settimane fe ho tolto il gesso e ho iniziato la fisioterapia in acqua, mentre dal fisioterapista svolgo esercizi SOLO di flesso estensione perche la vite non permette altri movimenti.
La caviglia pian piano ricomincia a muoversi, le ferite dell'intervento si sono rimarginate, mentre per quando riguarda la frattura al perone ho qualche problema, la settimana scorsa ho fatto le nuove lastre ai raggi x e la visita di controllo dal professore che mi ha operato, mi ha fatto togliere una stampella e ora inizio a camminare solo con una.
Appoggiando la gamba malata pero provo un po' di dolore all'altezza della frattura che come ripeto non si è ancora allineata completamente come risulta dal referto delle lastre, il Dottore non mi ha detto niente di particolare sulla frattura.
La mia domanda è la seguente: se dopo 2 mesi la frattura fa fatica a saldarsi è dannoso fare una cura di calcio anche se non prescritta dal dottore?? in farmacia ho trovato delle pastiglie di calcio e vitamina D che vanno prese una volta al giorno, potendo prenderle per quanto le faccio la cura completa di 30 pastiglie 30 giorni??
Ringrazio anticipatamente i Dottori per le risposte.
Cordiali saluti

P.S. in questo link ho salvato la fato della lastra in modo che possiate vedere la frattura e la vite.

[#1] dopo  
Utente 609XXX

Per cortesia rispondetemi, mi interessa sapere solo se potrebbe essere dannoso fare la cura di calcio.Grazie