Utente 134XXX
Buonasera,
ho 32 anni e soffro da anni di tachicardia sinusale (110 bpm a riposo, 170/180 bpm al minimo sforzo) e dopo parecchi esami cardiologici per escludere aritmie, l'aritmologo ha concluso che si tratta di tachicardia sinusale inappropriata e mi ha prescritto bisoprololo 1,25 mg al giorno che ha ridotto la mia sintomatologia.
Vorrei iniziare a fare sport, in particolare vorrei correre utilizzando il cardiofrequenzimetro ma non ho idea di che frequenza tenere, della durata dell'allenamento a sessione e di quante sessioni praticare a settimana.
Potete aiutarmi? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
20% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
Dovrebbe fare 4-5 ore alla settimana (o anche di più) di attività aerobica in sedute di almeno mezz'ora mantenendo la frequenza cardiaca al 70% - e non superare il 75%- della massima teorica (che nel suo caso è 187): quindi dovrebbe cercare di mantenere una frequenza cardiaca di 130 e non superare il 140 battiti/minuto.

Invece di correre (la frequenza rischia di salire subito troppo) cominci con la camminata: 5 minuti a passo normale, poi 30-40 a passo più veloce (si basi sul cardiofrequenzimetro e mantenga i 130/m'), poi ancora 5 minuti a passo lento.
Il Nordic walking (camminata con bastoncini) è particolarmente adatto per l'allenamento aerobico. in quanto mette in moto più gruppi muscolari.
Altra alternativa è il nuoto.
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#2] dopo  
Utente 134XXX

Grazie per le preziose indicazioni.
Saluti