Utente 288XXX
Gentile Dottore,
sono un ragazzo di vent' anni che ha sempre praticato calcio per poi ahimè smettere a causa di questo fastidio, di cui soffro da quasi due anni. Circa 2 anni fa, infatti, durante una partita di calcio ho subito uno stiramento che ho curato con sedute di tecar e riposo di 1 mese. Tuttavia 2 mesi dopo mi sono fatto nuovamente male nello stesso punto; successivamente dopo aver aspettato nuovamente circa un mese, ho continuato a farmi male sempre nello stesso punto circa 3 volte. Decisi cosi di effettuare un lungo riposo, durato 4 mesi, poichè il dolore non mi abbandonava più. Nonostante il riposo e le varie sedute dal fisioterapista, in quei 4 mesi il dolore non era mai scomparso ma si attenuò solamente. Decisi cosi di effettuare tutti i controlli opportuni, in quanto si sospettava una pubalgia. Ho effettuato ecografie, risonanza magnetica, radiografie ma tutte con esito negativo. Non ho nulla. Ora sono 2 anni che combatto con questo dolore e non so più cosa fare, non posso più giocare a calcio niente. Il fastidio mi perseguita dalla mattina fino alla sera e diventa dolore insopportabile se provo a fare qualche attività fisica. Ho notato che solamente prendendo il Danzen per una settimana riesco a fare attività, avvertendo in ogni caso sempre un pò di fastidio fastidio. Sono molto demoralizzato. Secondo lei di cosa si può trattare? Cos' altro potrei fare? Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Buongiorno,
penso che debba ripartire da un visita medico - sportiva o fisiatrica.
La terapia che ha eseguito forse è stata aprropriata, ma certamente incompleta .
Soltanto il riposo non basta e la ripresa dell'attività sportiva deve essere concessa dal medico specialista a conclusione di tutte le terapie e di tutti i provvedimenti che egli riterrà opportuno prescrivere.
Il fisioterapista, da solo, non è in grado di fare una diagnosi clinica. Talvolta, egli può essere tanto bravo nel porre una diagnosi funzionale , ma è cosa ben diversa.
Il risultato degli esami strumentali talvolta non è significativo se non correlato con ciò che soltanto lo specialista può mettere in evidenza o sospettare, escludendo - evidentemente - tutte le altre patologie ( anche non muscolari ) che possano simulare gli stessi sintomi.
Quindi i dati strumentali vengono sempre dopo la visita e devono essere sempre riportati al medesimo medico che li ha richiesti. Soltanto così si possono mettere insieme tutti i dati acquisiti , porre la diagnosi corretta e le indicazioni alle terapie ed ai provvedimenti più appropriati .
Sono certo che seguendo questa strada verrà a capo dei suoi problemi.
Mi tenga al corrente .
Cordiali saluti .
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA

[#2] dopo  
Utente 288XXX

Grazie della risposta mi rivolgerò al più presto da un fisiatra. Senta ,un un ultima domanda, l'unica cosa che mi è stata trovata è stato un varicocele di 2 grado dalla stessa parte in cui sento dolore. Ci può essere un qualche collegamento tra le due cose? Grazie in anticipo.

[#3] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
buongiorno,
un varicocele può determinare dolore, o una sensazione di peso o comunque fastidio nella regione pubica e nella regione adduttoria della coscia.
Talvolta invece pur essendo voluminoso non produce sintomi significativi.
Altre volte anche un'infiammazione della prostata può simulare gli stessi disturbi .
In ogni caso , però , i suoi problemi sono iniziati col trauma sportivo e mi sembra che Lei stesso ha parlato di stiramento , ricordando bene quindi il momento preciso e la causa che ha prodotto il dolore.
Forse quindi non ci dovrebbe essere una relazione.
Possono però coesistere quadri clinici concomitanti .
E' importante quindi fare una cosiddetta diagnosi differenziale che servirà a discriminare bene i sintomi dovuti ad una patologia , da altri.
Per tale motivo occorre rivolgersi allo specialista.
Cordiali saluti .
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA

[#4] dopo  
Utente 288XXX

La ringrazio nuovamente, la saluto.