Utente 191XXX
Salve,
Ho appena eseguito una risonanza magnetica su suggerimento del mio medico curante, per un dolore al ginocchio sinistro che lasciava sospettare una lesione meniscale.

Questo il responso dell'esame:
Reazione sinoviale articolare
Piccola irregolarità stabile, in zona rossa-bianca, del profilo superiore del corpo-corno posteriore del menisco interno; se clinicamente dubbia utile esame Artro-RM (con m.d.c. Intra articolare).
Non evidenti ulteriori lesioni meniscali.
Nella norma il pivot centrale e le altre formazioni capsulo legamentose
Non evidenti chiare lesioni osteocondrali
Normale aspetto del corpo di Hoffa
Rotula in lieve bascula laterale

Premessa: il dolore è comparso circa un mese e mezzo fa, durante un'escursione in montagna. L'unica attività fisica che pratico da diversi mesi è il trekking, abbinata a numerose camminate in piano.

Nei primi giorni il dolore diventava anche molto acuto, fino a farmi zoppicare e rendere dolorosissimo anche un minimo movimento della gamba (ero costretto a trascinarla). Ora, sulle stesse distanze, il dolore compare con maggior gradualità e non diventa mai tanto acuto. Il giorno dopo è generalmente sparito o comunque è più lieve, e resta soltanto un lievissimo, quasi impercettibile fastidio.

Il medico mi ha suggerito di non fare running e non giocare a calcio.

Ora vorrei capire se posso continuare a fare escursioni (in media 2-3 al mese), magari con l'ausilio di una protezione al ginocchio e stando attento ai movimenti.

Ps. L'ultima escursione, datata una decina di giorni fa (circa 1000 m di dislivello su prati e terreno roccioso) ho retto abbastanza bene, con la comparsa dei primi dolori (sopportabili) soltanto in fase di discesa.

Conduco per il resto una vita piuttosto sedentaria, quindi generalmente la gamba è a riposo.

Altra cosa: in caso di uscita o di sforzo, cosa posso usare per alleviare il dolore? E ancora, c'è il rischio che qualcosa "si rompa" all'improvviso, lasciandomi in situazioni di difficoltà?

Grazie.

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Egr. signore senza un valido consulto specialistico ortopedico non è possibile una chiara diagnosi.Solo l'esame clinico e la valutazione della funzionalità del ginocchio fanno diagnosi chiara e evidente . La rmn è descrittiva e non significa nulla di concreto : " parla di Piccola irregolarità stabile, in zona rossa-bianca, del profilo superiore del corpo-corno posteriore del menisco interno" che vuol dire ? nulla .
Cioè rimanda all'esame clinico.; perchè questo dolore? Va esaminato e individuata la causa.
Se non ha blocco articolare o cedimento articolare meccanicamente è indenne il suo ginocchio.
Dipende tutto dalal sua sintomatologia, dall'esame clinico del ginocchio certamente per improntare una valida terapia.
Si faccia curare il ginocchio in maniera specialistica, esegua della fisiochinesiterapia idonea e completa ,
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -