Utente cancellato
Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 23 anni. Esattamente sei settimane fa ho riportato durante una partita di calcio uno strappo nella zona inguinale con considerevole versamento e dolore. Il dolore nelle attività di tutti i giorni è ormai sparito da circa due o tre settimane ed ho potuto anche ricominciare a fare piccoli spostamenti in bici. La mia paura ed i miei dubbi riguardano la ripresa dell'attività calcistica. Come valutare se sia o meno il caso di riprendere l'attività? Ci sono determinati esercizi o allenamenti che posso sostenere senza eccessivi rischi per riprendere la condizione atletica e valutare la guarigione dell'infortunio? I miei dubbi derivano anche dal fatto che sempre durante questa stagione calcistica, circa verso ottobre ho riportato un altro strappo, questa volta all'adduttore dx, ma sempre molto vicino alla zona dell'ultimo infortunio. I due strappi sono avvenuti a distanza di 6 mesi circa. Possono essere i due avvenimenti collegati? In attesa delle vostre risposte ringrazio tutti anticipatamente e vi saluto cordialmente.
A.E.

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
4% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Credo che debba essere visitato da uno specialista e praticare una ecografia del muscolo per capire intanto se si è trattato di una lesione e di che grado possa essere stata. Per quanto riguarda il ritorno in campo, e con i precedenti che ha avuto all'altra coscia, le suggerirei, se le confermano che è guarito, di sottoporsi ad un ciclo di tonificazione muscolare degli adduttori con elastici e successivamente leg-abductor (seguito da un terapista della riabilitazione) con gradualità di impegno. Insomma credo abbia bisogno di aumentare la resistenza dei suoi adduttori alle sollecitazioni che il calcio impone.
Saluti
dr Pasquale Bergamo