Utente 284XXX
Buongiorno, ho letto recentemente alcuni articoli riguardanti il fatto che sport di resistenza come maratona, triathlon ironman, ciclismo, ... possono portare a danni all'apparato cardiovascolare invece che benefici. Essendo uno sportivo, ed allenandomi quasi quotidianamente per circa 1 o 2 ore in mountain bike o nuoto a media intensità (circa il 70% della fc max), vorrei sapere se è vero che posso correre questi rischi..

Vi ringrazio per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L'attivita fisica intensa e prolungata induce ipertrofia ventricolare sinistra (aumento degli spessori della parete del ventricolo sinistro). Questo comporta diverse alterazioni della normale fisiologia cardiaca: un aumento delle richieste da parte della parete ipertrofica alla quale non fa riscontro un aumento del flusso coronarico, ed una maggiore rigidita' della parete ventricolare sinistra durante la diastole, con conseguente aumento della pressione telediastolica.
L'aumento dello spessore della parete ventricolare inoltre , si associa ad una maggiore mortalita' per morte improvvisa.
Arrivederci
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza