Utente 181XXX
Salve, non so se è la sezione giusta per porre questa curiosità, ma ci provo. Allora, io pratico palestra tre volte a settimana e gioco a calcetto in un torneo amatoriale una volta a settimana più un altro giorno di allenamento. Sto cercando di pianificare gli allenamenti e l''alimentazione in modo da ottimizzare il più possibile le due attività e di farle rientrare anche in uno stile di vita un po'' più sano (sono infatti uno studente universitario e non ho orari fissi, specie per andare a dormire e svegliarmi, ma sto cercando di impormeli). Il problema però si pone con la partita del torneo del martedì: tale partita si gioca infatti il 99% delle volte alle 22 cosa che mi porta, fra una cosa e un''altra, a cenare (piatto di pasta e secondo di proteine) non prima di mezzanotte, e questo mi fa a sua volta andare a dormire non prima delle 3 (cerco infatti di non andare a dormire durante la digestione, soprattutto dopo aver mangiato un piatto di pasta, dato che da quanto mi risulta addormentarsi con la glicemia alta non è il massimo) e questa, senza che ne elenco i motivi, è palesemente una cosa non buona. Ora, fermo restando che non posso modificare l''orario della partita, c''è qualcosa che posso fare per ovviare a questa situazione? Io verso le 19 mangio un panino con dell''affettato come spuntino pre partita... avevo pensato di invertire le due cose cenando alle 19 e prendendo il panino nel dopo partita direttamente negli spogliatoio guadagnando così un po'' di tempo.. Credo però che sarebbe più indicato mangiare la pasta dopo la partita... In ogni caso, grazie per l''attenzione e se avrete consigli da darmi.

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

concordo nell' anticipare la cena costituita prevalentemente da carboidrati complessi 2 o 3 ore prima della partita e successivamente, un’oretta prima di iniziare l’attività, è consigliabile assumere carboidrati più semplici come quelli contenuti nella frutta (ideale, una banana).

Al termine dell' impegno sportivo, è consigliabile assumere ancora carboidrati per ripristinare il glicogeno a livello muscolare...oltre a bere acqua e reintegrare sali minerali!

Per approfondire ulteriormente l' argomento La invito alla lettura del seguente articolo

https://www.medicitalia.it/serafinopietromarcolongo/news/2240/Dieta-e-sport


Prego.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2] dopo  
Utente 181XXX

Gentilissimo dottore, ho letto con interesse il link che mi ha suggerito, e seguirò di certo i suoi consigli. Solo una curiosità le volevo chiedere: dalle mie conoscenze, la banana è un frutto ad alto indice glicemico, che non rilascia quindi energia "costantemente" ma con dei "picchi" durante la sua assimilazione, per questo sapevo che era indicata dopo la pratica sportiva, ma non immediatamente prima dove invece sono consigliati frutti a basso indice glicemico quali ad esempio mele e pere... Le risulta quanto le scrivo?

[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

l'esempio fatto con la banana un'ora prima di andare in campo non è basato soltanto sull'integrazione di zuccheri ma, soprattutto, dei sali minerali come il potassio utilissimi per l'attività dei muscoli.

Saluti.

Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!