Utente 361XXX
Salve e grazie in anticipo per la risposta. Ho avuto uno stiramento inguinale a metá giugno di quest'anno dopo una lunga nuotata in piscina (esclusivamente ho nuotato in stile rana), dopo tre settimane, non sentendo piú nessuna sensazione di dolore, anzi il muscolo mi sembrava ritornato normale, ho riniziato a correre su tapis roulant, dopo altre tre settimane ho iniziato a sentire di nuovo dolore allo stesso muscolo (ho effettivamente esagerato con la corsa) e ho smesso di nuovo il 3 agosto. Sono passati due mesi e mezzo e in questo periodo sono andato spesso in bicicletta (mi hanno detto che non sforza troppo il muscolo che mi sono stirato) e ho fatto palestra nella parte superiore del corpo e per adesso non ho piú avuto problemi. Vorrei quindi chiedervi quanto tempo serve perché il muscolo guarisca COMPLETAMENTE? Non solo la cicatrizzazione ma ritorni quello di prima. Inoltre posso continuare senza problemi ad andare in bici?
Informo giá che non ho fatto nessuna ecografia ma parlando anche con il mio medico é stato uno stiramento e non uno strappo.
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non ricevesse risposte in questa area Le consiglierei di ripostare anche in area Ortopedia.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
4% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Credo francamente che un esame ecografico sia necessario per comprendere se la "probabile" lesione muscolare sia guarita. Dopo di che, se l'eco è negativa, dovrebbe iniziare un programma rieducativo finalizzato al recupero del tono-trofismo muscolare mediante esercizi di potenziamento con elastici e apparecchiatura tipo leg-abductor. Inizare con resistenze blande e poi incrementare gradatamente senza avere eccessivamente fretta. Deve farsi sefuire da un fioterapista che potrà programmare la gradualità dell'impegno.
Saluti
dr Pasquale Bergamo