Utente 354XXX
Carissimi Dottori,

Premetto che tra 10 giorni, causa motivi lavorativi farò una visita, che per ora non ho fatto. Vi spiego cosa m impedisce di fare sport.
Quasi quattro anni fa ormai disputai la mia ultima stagione agonistica a calcio, dopo aver giocato per quasi 8 anni di fila, e incominciai ad accusare un leggero fastidio sotto l'inguine sx diciamo nel punto in cui la gamba incontra il bacino. Questo fastidio in tre casi, durante le partite, è diventato dolore che colpiva tutta la zona sottoinguinale, dell'adduttore e del testicolo sx. Pensando a problemi di riscaldamento non diedi peso a questa situazione, difatti il fastidio diventava dolore all'inizio del 2 tempo e quindi incominciai a passare la pausa dei due tempi in movimento con stretching e movimenti e applicando fasciature strettissime. Smetto di giocare a calcio per problemi lavorativi e di studio, sono in tre anni ingrassato di quasi 30 chili, ora però con un regime di dieta stretto ne ho persi quasi 18. Ho così deciso, a settembre, di tornare a fare calcio a livello agonistico e all'inizio della preparazione tutto ok, poi una serie di problemi: prima dolore alla coscia sx posteriore passato dopo 2 settimane, poi alla coscia superiore sx con il muscolo indurito scioltosi dopo 10 giorni ed infine da 3 settimane il dolore che sentivo 4 anni fa, inguine "inferiore", adduttore e testicolo sx. All'inizi il dolore si presentava dopo 40-45 minuti di allenamento appena iniziavo a fare scatti e allunghi, ora si presenta già nella fase di riscaldamento 5 minuti dopo aver iniziato a corricchiare. Mi sono molto preoccupato Lunedi scorso quando il giorno dopo una partita, in cui ho accusato questo dolore che mi impedisce di correre liberamente, appoggiando il piede a terra sentivo come delle scosse che partivano tra gamba e inguine e si propagavano lungo lo scroto e il pene. Ieri e l'altro ieri ho tentato una leggera corsa ma nulla, dopo 5 minuti mi fermo dolorante non capendo da dove parte il dolore.
Trovo spesso l'adduttore indurito rispetto all'altro, ma non penso che una contrattura possa durare così tanto. Molti, non professionisti del "mestiere", mi dicono che si tratta sicuramente di pubalgia, ma è possibile che nonostante io abbia per 3 anni e mezzo fatto 0 attività fisica non sia passata da sola? Lunedi dopo la corsa, in pieno dolore, mi sono sdraiato su un tavolinetto del massaggiatore (non è medico né fisioterapista) mi ha fatto chiudere le gambe piegate contro sua resistenza e ho provato dolore lancinante dopo qualche secondo e secondo lui è prova di pubalgia. Ora aspetto di andare dall'ortopedico ma non prima del 10 novembre, per il momento osserverò riposo assoluto.
Altre informazioni:Uomo 184x93.5kg, leggera scoliosi mai corretta con fisioterapia, in famiglia (Nonna materna , zia materna e madre) tre casi di coxartrosi con operazione e inserimento di protesi all'anca. Problematica sempre e solo riferita all'arto sx. Lavoro al pc o studio al pc, a tempo pieno 8/10h al gg Con stima

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non ricevesse risposte in questa area Le consiglierei di ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com