Utente 815XXX
Salve sono un ragazzo che gioca a calcio nel ruolo di portiere.
A giugno di quest'anno ho subito un trauma al gomito sinistro, che con una forte pallonata si è piegato di colpo all'indietro andandosi quasi a bloccare.
Premetto che poi ho anche continuato a giocare ma a caldo sembrava che l'articolazione fosse a posto.
Nei mesi successivi ho sempre notato un fastidio costante al gomito con dolori e fitte ma pensavo fosse dovuto ad normale infiammazione.
In vacanza poi alzando una bagaglio ho sentito di nuovo in maniera intensa dolore che in realta non è mai passato.
Alla fine tornato in città ho fatto una lastra con il seguente risultato:
L'esame eseguito documenta irregolarità del margine dell'olecrano, sul versante posteriore, con piccolo frammento osseo (esiti fratturativi)......
Da quello che capisco è che si verificata una microfrattura non curata...e che un frammento di osso si è depositato sull'articolazione e mi da dolore.
Le mie domande sono:
Cosa posso fare per guarire?
Ho saputo che esite sia la possibilità di terapie con bombardamenti di onde; oppure si deve ricorrere all' Artoscopia?
Posso inoltre continuare a giocare a calcio con l'aiuto di un tutore o devo necessariamente interrompere per un pò?
Grazie tante per le risposte che mi potrete dare.

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Una risposta corretta può essere data solo dallo specialista dopo la visita e la visione degli esami effettuati. In linea generale il frammento può essere eliminato con la chirurgia (la modalità verrà definita dal chirurgo dopo una valutazione diretta). Si potrebbe tentare con le onde d'urto, ma anche in questo caso la possibilità è strettamente legata alla situazione (dimensioni del frammento, localizzazione ecc.).
La possibilità di praticare attività sportiva, oltre al rischio di blocco articolare, è legata al dolore ed alla funzionalità.
Le consiglio però di non continuare nell'errore fin qui commesso e di rivolgersi subito allo specialista per una consulenza e le indicazioni del caso.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com