Utente 273XXX
Da tre anni pratico running ho 44 anni ho sostenuto due giorni fa la prova da sforzo , con il cicloergometro con risultati disastrosi
in pratica bloccato allo step 5 bpm 116 pressione 105 205.
Detto cio' mi e' stato rinnovato il certificato solo per tre mesi e mi e' stato richiesto l' holter 24 h pressorio con cui dovro' anche svolgere una seduta di allenamento .

La cosa che mi domando e di quanto deve essere il valore massimo consentito dai protocolli per

avere l'doneita' agonistica ? e poi se il mio medico curante mi dovesse prescrivere una pillola per la pressione quest' ultima influisce sulla prestazione agonistica ?

Inoltre tango a precisare che la pressione mi veniva misurata tra uno step e l'altro senza interrompere la prova , mentre 2 anni fa un altro cardiologo mi faceva fermare ad ogni step misurava e poi ripartivo , mi domando qual'era il metodo giusto ?

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
Il test ergometrico massimale al quale si è sottoposto rappresenta un suggerimento da parte del COCIS (comitato organizzativo cardiologico per l'idoneità sportiva) per l'idoneità sportiva dei cosiddetti master, atleti over 35-40 che fanno attività agonistica.
Lei parla di step ma con l'uso del cicloergometro si parla di watt mentre lo step è proprio del tapis roulant. Riesce difficile, quindi sapere a che genere di sforzo era sottoposto al momento dello stop. Per logica, presupponendo i 50 watt da protocollo, si può presumere uno sforzo sui 150 watt al momento dello stop.
La Fc di 116 b/m (il 66,66% della frequenza teorica massimale) cataloga il test come submassimale ma indicativo di iter pressosio di tipo ipertensivo se paragonato alla pressione arteriosa. Il limite massimo durante il test ergometrico è di 240 mmHg ma se l'hanno fermata prima avranno avuto un motivo (aritmie o altro):
Il metodo usato dal collega di prendere la pressione alla fine dello step è assolutamente corretto in questo genere di test valutativi.
A questo punto a parte la valutazione con l'Holter pressorio con seduta di allenamento, diventa imprenscindibile una valutazione ecocardiografica che possa eventualmente stabilire un possibile danno d'organo per lo stato ipertensivo.
Infine, un trattamento terapeutico con antipertensivo non pregiudica l'idoneità a patto che non si usi il betabloccante (doping).
Spero di esserLe stato utile
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 273XXX

Grazie per la risposta praticamente al quinto Step (sul referto cosi' e' scritto ) i Watt erano 125 , e a quel punto ha bloccato il test per valori pressori abnormi .