Utente 415XXX
Buongiorno, Volevo porre un quisito riguardo l'attività sportiva durante l'adolescenza; in particolare sul "sollevamento pesi". Da circa 2 ormai frequento l'ambiente della palestra ( circa 2-3 volte alla settimana) e volevo sapere se quest'ultima possa influenzare/ha influenzato negativamente la mia crescita in altezza. La tabella consegnatami dal mio allenatore comprende l'allenamento di: spalle+gambe, petto+bicipiti e dorso+tricipiti. L'allenatore insiste molto sulla postura e sulla necessità di alzare non molto peso (20-25 kili) e molto lentamente. Generalmente le ripetute sono cosí composte: 4 serie da 8 ripetizioni o 4 serie a scalare 12-10-8-8. Pongo questo quisito perché riguardo "l'attività della pesistica" in età adolescenziale vi sono divergenti correnti di pensiero: a quanto so che tra gli anni 70-80 si riteneva che quest'ultima influenzasse negavativamente la statura poiché responsabile di un prematuro saldamento della cartilagine accompagnata dalla compressione dei dischi vertebrali. navigando sul web ho notato che però anche attualmente questa tesi presenta numerosi fautori. Leggo anche "articoli" in cui é sostenuto che l'allenamento in palestra invece rafforzi le ossa e stimoli la produzione dell'ormone GH (anche se non è sicuro che quest'ultimo influenzi decisamente la crescita dell'individuo). Molti consigliano di praticare sport come il basket o la pallavolo che mediante la flessione-estensione ripetuta delle ossa stimolerebbero la crescita (molti medici smentiscono affermando che la crescita é dovuta prettamente a fattori genetici) . È da sottolineare il fatto che io ho 17 anni appena compiuti e sono decisamente indietro nello sviluppo rispetto ai miei coetanei dimostro circa 14-15 anni ( ho peli sulle gambe abbastanza folti e poca peluria sulle braccia; inoltre il mio tronco presenta una struttura ancora decisamente poco sviluppata) probabilmente il mio tardo sviluppo è influenzato dal fatto che ho fatto atletica agonistica per molti anni da piccolo. I miei genitori sono abbastanza alti: mio padre 1,79 mia madre 1,67, inoltre mio zio è alto circa 2 metri. Ora sono alto 1,72 ed ho il 42/43 di piede.. Secondo il calcolo di mypersonaltraineronline.com (il piú accreditato) dovrei diventare alto 1,86 (1,77,5 minimo 1,94,5 massimo). con questo lungo panegirico volevo che chiedere se per arrivare all'altezza di 1,85-1,94 sia necessario abbandonare la palestra perché con quest'ultima arriverei al massimo a 177 a favore magari del basket o nuoto che sfrutterebbero al massimo il mio potenziale ? Quale sport dovrei praticare per sfruttare al massimo il mio potenziale, e sopratutto l'altezza è solamente determinata dalla genetica ? Anche la palestra preticata adeguatamente mi permetterebbe di crescere al meglio ? Come si nota vi sono numerosi punti su cui vorrei fare chiarezza (é un quisito che si pongono molti ragazzi) . Scusate la lunghezza.. E grazie ancora in anticipo; conto su di voi! Ho 17 anni e sto usando l'account di mio cugino

[#1] dopo  
Dr. Marco Bologna

24% attività
0% attualità
8% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
La crescita è un processo molto complesso che dipende da fattori sia genetici, sia ambientali. L'effetto degli ormoni sulla crescita non sempre è univoco e questo rende conto delle differenti opinioni che si trovano leggendo, a volte, anche la letteratura scientifica seria.
Il calcolo dell'altezza finale può essere solo approssimativo qualunque metodo si usi per determinarlo. Certamenente la genetica non è il solo parametro che determina l'altezza finale. Basta pensare che la media Italiana del maschio oggi è 1,76 m, superiore a quella della generazione del dopoguerra.
Non esiste uno sport ideale, ogni sport ha vantaggi e svantaggi. Sicuramente esistono attività da non fare in età evolutiva. Non sono indicati lavori di forza che aumentano troppo la massa muscolare a scapito dei tendini e delle ossa, non sono consigliati carichi eccessivi sulla colonna, l'attività aerobica deve essere preminente su quella anaerobica ecc.
Ogni attività sportiva dovrebbe essere preceduta da una buona visita medica che comprenda, oltre l'aspetto cardiovascolare, anche una valutazione della maturità puberale ed uno screening ortopedico per consigliare al meglio.
E' comunque sempre utile non focalizzarsi su uno sport solo ma cercare di alternare più sport o perlomeno di praticare uno sport diverso durante il periodo estivo.
E' difficile essere esaustivi in poche righe e non conoscendo direttamente la persona interessata. In ogni caso mai usare integratori di qualsiasi genere senza averne parlato con un medico competente.
Ciao
Dr. Marco Bologna
Scienza dell'Alimentazione
Auxologia ed Endocrinologia Pediatrica
Milano