Utente 325XXX
Buonasera Dottori

vorrei chiedere un consulto per una situazione particolare che da qualche tempo accade a mio figlio che ha 8 anni. Il bambino gioca a calcio, fa due allenamenti alla settimana e una partita di campionato al sabato
Accade, oramai è la terza volta che durante la partita(mai durante gli allenamenti), corre verso il mister dicendo che non riesce piu' a respirare e piange. Poi dopo si tranquillizza e a volte rientra in campo, se il mister ritiene sia il caso. Dopo il primo evento abbiamo rifatto ECG e ECG sotto sforzo in un centro di medicina sportiva. Tutto nella norma come ogni anno.
L'anno scorso il bambino accusava un dolore al fianco sinistro e la reazione era la stessa, piangeva. Per completezza vi dico che il bambino va a giocare a calcio perchè lo ha deciso lui e adora farlo, noi come genitori avremmo preferito il nuoto per esempio.
Mio figlio ha 8 anni è alto, per la sua età, ed è abbastanza robusto nella muscolatura, è timido e introverso. Il medico sportivo ci ha consigliato di agire a livello psicologico perchè forse soffre di ansia da prestazione.

Secondo voi occorre fare altri accertamenti o davvero il bambino già a 8 anni "sente" troppo l'emozione?

Grazie come sempre per il vostro supporto

Luigi

[#1] dopo  
Dr.ssa Laura Sciuto

20% attività
4% attualità
0% socialità
MONZA (MB)
NOVARA (NO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2015
Buongiorno sig. Luigi,
se gli esami strumentali e le valutazioni cliniche hanno escluso una possibile causa organica allora si potrebbe avanzare l'ipotesi di una componente emotiva e psicologica.
Premesso che tramite web non si può e non è corretto avanzare ipotesi diagnostiche, in quanto mancano tutti gli elementi fondamentali, le consiglio di rivolgersi ad un collega psicoterapeuta per valutare la natura di questi episodi e i vissuti che li accompagnano.
Resto a disposizione, cordialmente
Dr.ssa Laura Sciuto
Psicologo - Psicoterapeuta
Specialista in Medicina Psicosomatica
Tel. 328 5951005 - Via F. Querini 1, Monza