Utente 453XXX
Buongiorno a tutti i medici.
Sono un nuovo utente di sedici anni ed oggi gradirei parlare con voi di un problema che mi si è presentato per l'ennesima volta questa mattina.
Io sono un ragazzo che ama lo sport e le attività all'aperto. In particolare pratico la scherma, ma questa mattina ho deciso di uscire di casa e farmi una bella corsetta.
Io ho da sempre corso, sono più di otto anni che corro (non sempre la mattina, ma un giorno si e un giorno no).
Questa mattina ho iniziato a correre e neanche il tempo di 2 minuti e già mi sono venuti dei dolori abbastanza forti all'addome sinistro. Non erano certo dolori di acido lattico, erano dolori che quasi assomigliavano a delle infiammazioni muscolari.
Per completare la mia corsa, sono dovuto stare con l'addome contratto e capite bene che stanca parecchio.
Non è la prima volta che capita, l'ultima volta è stata sei mesi fa, ma ancora prima per rimediare a questo problema, ho dovuto fare una terapia di un anno circa di chinesiologia e addirittura per sistemare la postura della schiena.
Quello che vi chiedo, è se è possibile sistemare questo problema nel minor tempo possibile ed anche capire il motivo di questi dolori.
Ringrazio in anticipo e aspetto vostra risposta.
Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
A distanza non è possibile fare diagnosi ma solo ipotesi. Il dolore a sinistra da sforzo potrebbe essere correlato sicuramente a problemi posturali (dolore indiretto causato dalla colonna vertebrale), ma anche all'aumento di vascolarizzazione degli organi interni (milza ...) ed essere legato a sovraccarichi funzionali (terreno troppo duro, ad esempio) e ad uno scarso allenamento specifico. Per prima cosa e per maggior tranquillità, faccia una ecografia addominale e poi, se il responso sarà negativo, inizii ad allenarsi alla corsa con gradualità e scegliendo terreni poco traumatici (evitare cemento, asfalto ... e preferire erba, sterrato, pista di atletica, sabbia ...). Credo sia anche importante una terapia manuale di tipo posturale e osteopatico per agire sulle eventuali problematiche legate alla colonna e all'appoggio del piede. Le consiglio di rivolgersi ad uno specialista in medicina dello sport per avere tutte le indicazioni idonee.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com