Utente 470XXX
Buongiorno a tutti,
Spero di pubblicare la mia richiesta di consulto nella categoria giusta, anche se non sono molto sicura visto che sono un po' confusa dalla moltitudine di sintomi che ho nell'ultimo mese.
Sono una donna di 35 anni che, dopo 5 anni di inattività completa, ha ripreso a giocare a tennis 3 volte alla settimana da 2 mesi.
Da quando ho ripreso a giocare ho dolori ovunque ma non mi sembrano i soliti dolori da acido lattico che poi passano abbastanza velocemente (fino a 20 anni ho giocato a livello agonistico)
Questo è quello che mi capita dopo l'attività fisica e nei giorni seguenti:
- dolore lombare forte, alle volte concentrato a sinistra e comunque un generale senso di tensione a tutta la schiena, peggiore al mattino, al risveglio. Questo dolore mi era già capitato 6 anni fa quando giocavo a golf ma in quel caso ho risolto con fisioterapia e non era mai più ritornato (premetto solo che lo scorso novembre, in un periodo di forte stress, mi sono completamente bloccata con la schiena dopo uno starnuto sempre il quel punto specifico a sinistra e dopo fisioterapia la situazione si era completamente ristabilita)
- fitte in vari punti del costato, che a volte sono così forti da togliere il fiato, aumentare la sudorazione e bloccare qualsiasi movimento (anche se di brevissima durata). Normalmente posso andare parzialmente a rievocare queste fitte schiacciando in determinati punti ben definiti
- forte dolore alla coscia destra che dura per giorni, anche di notte, con la muscolatura che sembra "pulsi"
- dolore a livello dei glutei che posso accentuare schiacciando in determinati punti
Io ho continuato a giocare (visto che durante il movimento non provo nessuno dei dolori elencati, ma al massimo solo una sensazione di scarsa mobilità con la schiena) sperando che fosse solo una questione di ripresa degli allenamenti, ma la situazione non migliora per nulla.
Ho anche avuto l'idoneità sportiva agonistica a febbraio prima di ricominciare ed era tutto normale.
Quando non gioco passo la giornata seduta di fronte ad un computer per lo studio e il lavoro.
Vorrei sapere se tutta questa sintomatologia può essere solo legata allo sport, o è una questione legata a posture sbagliate nel resto della giornata, o c'è qualcosa di più che devo controllare. Devo fare qualche esame o visita? Basta solo fare fisioterapia?
Ringrazio tutti per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente,
cinque anni di inattività completa con lavoro d'ufficio sedentario fanno un danno notevole a chi è stato in passato un atleta e che oggi si riapproccia allo sport tanto amato in passato.
Il fatto principale è che la mente ricorda molto bene il passato agonistico; il problema è semmai quello di riattivare il corpo "devastato" da cinque anni di inattività.
Lei che è stata una agonista capirà bene che in campo non si risparmierà di certo contro l'avversario. La sua mente ordina i colpi che devono essere supportati da muscoli tonici e ben allenati. Questo però il suo corpo non lo sa....
Il punto è che deve ritornare gradualmente alla attività sportiva, non si lasci trascinare dall'emozione di rivivere antichi fasti...
La gradualità deve compensare, tra l'altro, la fisiologica caduta di circa il 10% delle prestazioni, ogni decennio.
La gradualità le permetterà di ovviare a lesioni e dolori muscolari in genere, sempre in agguato negli sport "master".
Per quanto riguarda lo specifico dei sintomi accusati agli arti inferiori ed ai glutei ("dolore a livello dei glutei che posso accentuare schiacciando in determinati punti"), si presuppone un interessamento del nervo sciatico che andrebbe valutato in maniera clinica magari accompagnando la visita con un RX lombare in proiezioni A-P e L-L.
La valutazione globale non dovrà prescindere da una attenta valtazione del suo apporto alimentare nonchè idrosalino.
Spero di averle chiarito eventuali dubbi.
Cordiali Saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Grazie mille Dr. Sardo per la celere risposta.
Cercherò di seguire i suoi consigli allenandomi per gradi, anche se la passione ritrovata per il tennis mi creerà sicuramente non pochi problemi per la voglia pazzesca che ho di stare sul campo.
Per i dolori agli arti inferiori prenoterò una visita, anche se, ora come ora, dopo 1 settimana di riposo, di quella sintomatologia che le avevo elencato è rimasta solo una forte rigidità lombare.
Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente, da vecchio giocatore di tennis (ma anche di altri sport agonistici traumatizzanti) le dò ragione. Da medico dello sport, la saggezza mi impone di predicare la calma e la gradualità degli allenamenti. Del resto, che sia qualcosa di non troppo impegnativo è confermato anche dalla estrema circoscrizione della sintomatologia limitata oggi alla "forte rigidità lombare". Stretching e... testa!!
Saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it