Utente 493XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e sono un ciclista amatoriale e partecipo a gare di MTB da circa 3 anni. La mia domanda riguarda un'anomalia riguardante i battiti cardiaci. A riposo,cosí come molti atleti, ho una frequenza cardiaca abbastanza bassa intorno ai 50/60 battiti. Ma appena monto in sella i battiti nel giro di 10 secondi salgono gia a 120/130 per poi arrivare addirittura a 200bpm quando faccio sforzi elevati su salite ripide. La cosa strana é che se alla fine di una salita sono a 200bpm...appena inizia una discesa i battiti scendono velocente fino a toccare i 90, stabilizzandosi intorno ai 100/110, per poi risalire velocemtne in vista di uno sforzo. É normale questo rapido aumento e questa rapida diminuizione dei battiti, nonostante a riposo io avessi una frequenza cardiaca molto bassa?

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente, nell'ambito del ciclismo MTB è normale che ci siano picchi in basso ed in alto della sua frequenza cardiaca. Magari non coì accentuato come si evince dal suo quesito. Comunque, la partecipazione alle gare di MTB presuppongono una idoneità agonistica che, in base al D.M. 18.02.1982, prevede l'effettuazione del test da sforzo. Per essere più sicuri chieda di effettuare un test ergometrico massimale, test valutativo più cardiologico che medico sportivo. Questo esame potrà dare al suo medico sportivo più valide indicazioni rispetto al normale test di Master. A completamento della valutazione, un Ecocardiogramma colordoppler potrà definire al meglio la struttura e la funzionalità del suo cuore.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it