Utente 510XXX
Salve a tutti , sono una ragazza di 23 anni, a cui a seguito di un trauma fu diagnosticata sindrome post traumatica da stress e ansia generalizzata che curo con psicoterapia . Per migliorare la mia ansia la psicoterapeuta mi ha consigliato di eseguire attività fisica , dicendomi che spesso da giovamento a persone con disturbi d’ansia , consigliatami poi anche dal mio ginecologo per problemi legati all’utero e dolore mestruale. Ho seguito il consiglio e venerdì mi sono iscritta in palestra e oggi accuso dei dolori muscolari direi di media intensità (acido lattico?) . Essendo a conoscenza della rabdomiolisi mi chiedevo quanto è frequente per persone che svolgono circa un ora di attività in palestra? Mi chiedevo inoltre , dato che il mio piano era di andare in palestra circa 5 volte a settimana (avendo avuto un reale giovamento sui sintomi ansiosi dopo l’allenamento) è possibile o rischio questa condizione ?

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente, premesso che mi sembra un attimino esagerato parlare di rabdomiolisi (la sua sarebbe, eventualmente, una rottura di cellule muscolari da sovraccarico funzionale ed eccesso di richiesta energetica), cercherò di toglierle qualche dubbio.
La sua frequenza negli allenamenti non porterebbe certo a rabdomiolisi neanche in caso di allenamenti cinque o anche sei volte a settimana.
Non tema il peggio e vada tranquillamente in palestra; continui a curare questa sua sindrome ansiosa sulla quale l'attività sportiva, essenzialmente aerobica, ha una grossa importanza. Questa, infatti, stimola l'organismo alla produzione di endorfine, la nostra "droga endogena" che porta benessere fisico e mentale.
Spero di esserle stato utile.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it