Utente 124XXX
Buongiorno a tutti,
vorrei un vostro parere su una risonanza magnetica che ho fatto alla spalla destra, il mio medico è assente da 3 giorni e vorrei sapere cosa devo fare.

il risultato della risonanza magnetica è questo
Alterazione del segnale al tratto inserzionale alla cuffia dei rotatori del tendine sovraspinato per entesopatia degenerativa. Integri i restanti tendini della cuffia rotatori. Nulla da rilevare a carico tel tendine CLB. Lieve versamento intrarticolare. Rapporti articolari gleno-omerali conservati.

mentre i raggi che ho effettuato prima della risonanza danno questo risultato
non lesioni ossee focali all'esame standard.All'esame condotto in comparativa si osserva minima diastasi acromion-claveare dx. reperto meritevole di correlazione clinica

Per maggior chiarezza aggiungo che l'incidente è successo circa 3 mesi fa, purtroppo per la risonanza ho dovuto aspettare tantissimo... Mi sono fatto male alla spalla giocando a calcio, in seguito ad una caduta e per questo motivo quando leggo ENTESOPATIA DEGENERATIVA (nel referto della risonanza) mi preoccupo molto.
Aggiungo che la spalla ogni tanto mi si addolenzisce, pur non sottoponendola a sforzi eccessivi...

Cosa vuol dire? Cosa devo fare? serve un intervento chirurgico? che terapie dovrei seguire? recupererò la mobilità normale? potrò eventualmente continuare a giocare a calcio, fare palestra o devo evitare definitivamente alcune cose?

Scusate per tutte queste domande ma è solo preoccupazione.
Vi ringrazio per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Salve,

il termine entesopatia degenerativa significa tendinite cronica dell'inserzione di un tendine sull'osso. Come si puo' evincere dal termine degenerativo, la patologia non e' da riferire al trauma subito che puo' avere al massimo risvegliato una patologia gia' esistente.
Credo che una adeguata terapia medica e fisioterapica possa risolvere i suoi problemi senza nessun bisogno di interventi chirurgici.

la saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 124XXX

La ringrazio per la risposta ma quando dice tendinite cronica cosa intende esattamente? Potrei avere danni permanenti?

Vorrei aggiungere una cosa... palpando con le mani i muscoletti che vanno dalla spalla al collo (scusate non so come si chiamano) noto che quello destro,cioè dalla parte dove sono caduto, e diverso dall'altro.. mi spiego meglio.. lo sento abbastanza più morbido dell'altro e nella parte dove si congiunge con l'osso è molto meno "in tensione" rispetto all'altro,metre prima della caduta era tutto normale.. Questo cosa vuol dire?

un'altra cosa.. prima di questa caduta non ho mai accusato dolori di nessun tipo alla spalla e l'ho sempre usata senza nessun problema.. lei dice che al massimo potrei aver risvegliato una patologia esistente però in queto caso non mi spiego come mai non ho accusato mai nessun tipo di dolore in precedenza,neanche di affaticamento..

se seguo delle cure dopo quanto tempo (settimane o mesi) potro usare dinuovo normalmente la spalla?Quali terapie sarebbero piu indicate? Tra poco inizia la preparazione, posso farla o devo lasciarla per ora?

grazie ancora

[#3]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La tendinite cronica e' una patologia infiammatoria del tendine che si protrae nel tempo, va curata con farmaci e fisioterapia e normalmente si risolve.
I muscoli che lei descrive si chiamano sternocleidomastoideo davanti e trapezio dietro, c'e' probabilmente una contrattura muscolare ma e' difficile dire se e' conseguente al trauma. Adesso lei e' piu' attento quando tocca quella zona, quando non aveva nessun motivo per farlo una diversa consistenza del muscolo poteva non essere notata.
Sui tempi di recupero e sul tipo di terapia non posso aiutarla, e' molto meglio che lei si rivolga ad uno specialista ortopedico.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#4] dopo  
Utente 124XXX

La ringrazio per il grande aiuto che mi ha dato, mi rivolgero al piu presto ad uno specialista ortopedico come ha detto lei per sapere quali movimenti posso o non posso fare e i tempi di recupero...

Grazie ancora per l'attenzione