Utente 339XXX
Buonasera, a causa di un neuroma di Morton, 15 giorni fa ho fatto un'infiltrazione tra terzo e quarto metatarso a base di anestetico e cortisone (Kenacort, 40mg). Ho curato l'ecchimosi con apposita pomata (so che non si danno pareri in merito, comunque Hirudoid ed Ematonil).

Tuttavia la sede d'ingresso dell'ago è rossa e rialzata e, soprattutto, sovrasta una dolorante CHIAZZA BIANCA, rialzata anch'essa, del diametro di 1,5 cm circa. A causa del livido, non sono riuscita a vedere bene prima, ma penso sia abbastanza recente. Credo sia una fuoriuscita di farmaco cortisonico. La zona è sensibile e si vede l'ipopigmentazione ad occhi nudo, anche a distanza. Premetto che indosso un numero 37 e ho carnagione chiara e piede molto magro.

Di norma non mi sarei preoccupata molto, ma 'è un modo per riassorbire velocemente tale formazione bianca? (pomate, ghiaccio ..) Devo fare delle terapie per il piede (altre problematiche) ed è impossibile così.

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
16% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Deve far vedere la lesione...online è impossibile...
Potrebbe essere una complicanza infettiva batterica che necessita di antibioticoterapia, una complicanza infiammatoria che necessita di un drenaggio....ecc., ecc...
Ma solo la visita può stabilire la natura del problema riferito (ed eventuale ecografia della zona sofferente).
Per cui vada dal medico che le ha fatto l'infiltrazione a farsi visitare...senza perdere altro tempo...
La saluto cordialmente
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 339XXX

La ringrazio. Credo sia una fuoriuscita di cortisonico nella regione sottocutanea. L'ortopedico dice di attendere, ma innanzitutto non posso davvero permettermi di ripagare 200 euro per ogni singola visita (date le precedenti, di sola chiacchierata ecc rispetto alla mia problematica) e, soprattutto, sono disperata! Non cammino ormai da 8 mesi e ho bisogno di fare quelle cure fisoterapiche che avevo prenotato prima dell'infiltrazione ma che, purtroppo, mi hanno portato a perdere i soldi anticipati poichè se non risolvo questa condizione non posso effettuarle.

So che non può esprimere un giudizio senza visitarmi, ovviamente, nè tantomeno sbilarciarsi pertanto in diagnosi e cure approssimative.

Tuttavia, nel caso fosse fuoriuscite del cortisone, lo stesso si riassorbirebbe?
Magari con qualche pomata topica

Grazie

[#3] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
16% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Potrebbe andare dal medico di base a farsi vedere...
Cmq se fosse fuoriuscita di cortisonico dal sottocutaneo...ovviamente uscendo.. finirà a breve...
Ma dubito che si tratti di ciò..o comunque fuoriesce assieme a siero...per cui continuo a pensare a ciò che le ho scritto nella precedente risposta..forse c'è bisogno di drenare...forse c'è bisogno di antibiotico....
Non metta pomate senza parere di un medico.
Si faccia vedere da un medico...
Se lo desidera mi può tenere aggiornata.
La saluto
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 339XXX

La ringrazio ancora. Tuttavia, se invece si trattasse solo di una depigmentazione come ho letto rispetto all'uso di cortisonici, la stessa crede si risolverà?

[#5] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
16% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Certamente...
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#6] dopo  
Utente 339XXX

La ringrazio. Il mio medico di base mi ha rimandato a uno specialista dermatologo dicendomi che tuttavia la depigmentazione da cortisone non si risolverà, così come difatti mi hanno detto in molti, purtroppo. Per il rossore diffuso, posso usare creme a base di jaluronico? (connettivina, ad esempio)