Utente 136XXX
Buongiorno,
a seguito di un trauma riportato durante un'allenamento calcistico mi è stata diagnosticata una lesione di 2° grado del retto femorale delle dimensioni di 52*27 mm. l'infortunio in questione è avvenuto 9 gg fa. quale terapia è più opportuna per questo tipo di trauma?

[#1]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008

Gentile utente,

non è nelle linne guida di questo sito dare terapie specifiche, SENZA UN OBIETTIVITA' CLINICA "DE VISU", che comprenderà,

è impossibile da attuare solo con il mezzo informatico.

Il consiglio migliore che posso darle è quello di farsi visitare dal suo medico curante e/o da un medico Specialista di riferimento, Fisiatra, Ortopedico, Medico Spertivo che,

dopo un accurato esame obiettivo,

possa darle la terapia migliore.

Corre l'obbligo di ricordarle che,

sino a quando la lesione da lei riscontrata, non abbia una completa remissione,

E' VIVAMENTE SCONSIGLIATO,

fare attività sportiva o sottoporre a particolari sforzi, l'arto interessato.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 136XXX

Grazie per il consiglio.
Mi sono rivolto ad un fisiatra che mi ha consigliato un ciclo di 10 sedute di ultrasuoni e 10 sedute di laserterapia.
nel frattempo ho iniziato lo stratching sotto la soglia del dolore e ho ri-iniziato a camminare in modo decente.
Volevo sapere se era possibile comunque quantificare, agrandi linee, tempi di recupero per la lesione che ho subito. Mi è stato consigliato dopo le sedute di fisioterapia di riprendere con la corsa in linea tra circa 10 gg qualora non sentissi dolore. sono troppo ristretti i tempi?

[#3]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

a mio parere, prevedere, in modo più o meno preciso, la tempistica del recupero, è molto difficile da sapere a priori.

Certamente, dopo le 10 sedute di fisioterapia,

che presumibilmente avverrà almeno dopo 14 die dall'inizio della terapia, poichè solitamente il sabato e la domenica, tali terapie non vengono effettuate,

sicuramente potrà avere un obiettività clinica più precisa.

Il fatto stesso che lei riferisca che:

"...ho iniziato lo stratching sotto la soglia del dolore e ho ri-iniziato a camminare in modo decente.",

dimostra che le sue capacità di recupero sono buone e, se la sintomatologia algica alla conclusione delle terapie fisiche consigliate, NON sarà più presente,

il graduale ritorno alla sua normale attività sportiva, preceduta da un idonea preparazione/riscaldamento, sempre in assenza di sintomatologia algica,

sarà la risposta migliore alla sua ripresa sportiva.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#4] dopo  
Utente 136XXX

grazie della consulenza. La saluto.