Utente 247XXX
A maggio ho avuto un episodio di lombosciatalgia acuta con forti dolori alla gamba destra. La TAC ha evidenziato una protrusione del disco a livello L5-S1 con lieve impronta sul sacco durale. Ho fatto una visita neurologica e mi è stato prescritto Deltacortene 25 mg per 3 giorni poi a scalare e Nicetile per 1 mese. Ho fatto anche una visita fisiatrica che mi ha consigliato ginnastica dopo la fase acuta (che ho fatto un po' a singhiozzi in effetti). Adesso mi ritrovo ancora con il dolore forte (in realtà non mi era mai passato del tutto) e sono disperata non so che fare, nessun antiinfiammatorio me lo fa passare. Il dolore è dislocato lungo la gamba destra dal gluteo fino al piede, quasi un bruciore.
Potreste darmi un consiglio? Mi sono state consigliate (da un fisioterapista) anche le TENS, secondo voi sono efficaci?
Grazie

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signora Annamaria, la sua artrosi lombare con discopatia e protrusione discale L5-S1 con sindrome lombosciatalgica, da irritazione della radice nervosa S1 del n. sciatico, va curata bene, ma molto bene e con molta attenzione e costanza .
La sola ginnastica medica del rachide lombosacrale va benissimo, ma non risolve nulla se non è associata ad altri presìdi terapeutici.
Una terapia farmacologica in fase acuta, dei cicli di FKT
successivamente e periodicamente( Massaggi, Ionoforesi, Tens, Marconiterapia) e se vi sono i motivi tecnici qualche mobilizzazione articolare.
D'estate va bene : balneo-elioterapia terapia e psammoterapia(sabbiature).
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo //Fisiatra
Messina
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2]  
Dr. Cosimo Savoia

24% attività
0% attualità
12% socialità
FINO MORNASCO (CO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
il prof. Caruso è come sempre esaustivo.
a titolo di partecipazione al consulto mi sento di sottolineare nell'ambito della FKT le tecniche di mobilizzazione e cinesiterapia, quando non in fase acuta anche la possibilità di manipolazioni; il suo fisiatra e il suo fisioterapista sapranno valutare il riequilibrio della sua "lordosi lombare" con gli esercizi adatti eventualmente con l'ausilio di trazioni lombari.
Dovrà avere soprattutto pazienza e costanza e farsi consigliare dalle figure professionali succitate le opportune posture ergonomiche da tenere durante il giorno (non ci ha detto che lavoro fa) in considerazione dei carichi quotidiani cui è sottoposta la colonna che possono mantenere la sintomatologia in contrasto con la terapia.
saluti
Dr. med. Cosimo SAVOIA

[#3]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Ringrazio il Dott. Savoia per le parole di stima nei miei confronti.
Non ho approfondito il discorso tecnico con la paziente, limitandomi al consiglio della mobilizzazione articolare, senz'altro più semplice e fattibile, pur eseguendo la terapia delle manipolazioni vertebrali da oltre 25 anni.
Ma giustamente il Collega Savoia sottolinea la possibilità di eseguire delle manipolazioni vertebrali, superata la fase acuta e subacuta della patologia, da Specialista Fisiatra ed esperto, quale egli è, in Medicina Manuale Globale, che differenzierei non solo nella semantica da quella osteopatica, in quanto in tantissime patologie descritte per primo e solo da R. Maigne, nelle molte sindromi cellulo-mialgiche, nelle tante turbe algiche delle parti molli, non vi è alcun coinvolgimento dell'apparato osseo, non vi è alcuna patologia dell'apparato scheletrico.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -