Utente 176XXX
Salve la mia ragazza ha 32 anni e da due anni ha dolore al ginocchio dx nel salire e scendere le scale con tanto di rumore simil sgretolamento a livello rotuleo.
Questi sono i risultati della RMN, se fosse possibile gradirei capire il quadro clinico, e successivamente che tipo di trattamento conservativo o altro è possibile fare.
RMN
"Non evidenza di rime di lesione a carico delle strutture meniscali in presenza di minime, iniziali alterazioni involutive che risultano focalmente più significative in corrispondenza della giunzione corpo-corno posteriore del menisco interno.
Sostanzialmente nella norma le strutture legamentose del pivot centrale.
Non si apprezzano significative alterazioni traumatiche recenti a carico delle restanti formazioni capsulo-legamentose esaminate.
Ai gradi di flessione dell'esame la rotula si presenta sostanzialmente in asse su una troclea che nella regione craniale risulta displasica per piattismo; disomogeneità delle contrapposte superfici articolari femoro-patellari come per condropatia di grado elevato con presenza di alcune aree focali di esposizione e consensuale sofferenza dell'osso sub condrale con reperto che risulta piu' significativo in sede patellare mediale.
Allo stato attuale nel cavo articolare è presente un impegno reattivo localizzato prevalentemente in sede peri ed infra - patellare con modesta quota di versamento a tale livello."
Mille grazie

[#1]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

mancano i dati della sua ragazza per avere un quadro più preciso: peso, altezza, attività lavorativa.

In ogni caso solo sulla base dell'esame RMN da lei trascritto si deducono due aspetti:

- meniscopatia;

- condropatia femoro-patellare (o rotulea).

E' possibile attuare una terapia medica e fisiochinesiterapica stilando un piano di trattamento specifico e personalizzato solo dopo un attenta valutazione obiettiva,

il mio consiglio è quello di confrontarsi con il suo medico di base e reperire nella sua zona di residenza uno specialista fisiatra che possa aiutarla.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)