Utente 124XXX
Cari Medici,
Cosa fare per curare questo referto?

RM ADDOME INFERIORE

"L'Anna reperti patologici di macroscopico rilievo in ambito pelvico e perineale.
Presenza di piccola falda fluida nel cavo del Douglas; non alterazioni a carico della sinfisi pubica ed a livello del strutture muscolo tendinee peri articolari."

Sono stato fermo 1 anno e una settimana, poi ho ripreso gli allenamenti ma sento ancora dolore.
Nonostante aver passato tanti medici e specialisti di un certo spessore, sono ancora quà e non ho trovato una soluzione. Ora ne sto consultato ancora un'altro ma vorrei un vostro parere.
Pratico atletica, marciatore. 182cmx69kg.
Saluti.

[#1]  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
0% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Egregio signore,
ho letto la sua storia attraverso le precedenti richieste di consulto che aveva inviato già dall'Agosto 2009.
La pubalgia, quadro patologico diagnosticato clinicamnete e del quale Lei palesemente soffre da tempo, è una patologia cronica che, come può anche osservare su sportivi di alto livello, come per semepio nel mondo del calcio, può portare alla fine della carriera di un atleta, proprio perchè presenta difficoltà nel trattamento, che sia riabilitativo, farmacologico o strumentale.
Lei ha già effettuato un ciclo di terapia strumentale con la tecarterapia, è stato a riposo per un periodo sicuramente congruo ed avrà certamente fatto un ciclo di terapia farmacologica con antinfiammatori; ritengo che, attualmente, le strade da percorrere siano ben poche: può sottoporsi ad un ciclo di ipertermia o di onde d'urto (ESWT), in relazione alle prsenza di questi apparecchi nei Centri presso i quali si recherà, nonchè ad un trattamento di tipo osteopatico, pur sapendo, però, che tali terapie potrebbero non rappresentare la soluzione dei suoi problemi. In tal caso dovrà interrompere l'attività di atletica. Rimane validissimo il suggerimento che già Le avevano dato i Colleghi Beretta (Urologo) e Spina (Chirurgo Generale) relativo ad un consulto, oltre che con uno specialista in Medicina Fisica e Riabilitativa, anche con uno specialista in Medicina dello Sport

Cordiali saluti
Dr. Mirko Parabita

[#2] dopo  
Utente 124XXX

caro dottore,
colpa mia che ho tralasciato qualche riga in mezzo agli ultimi interventi proposti mesi fa
mi sono fatto visitare dal dottor auro caraffa, (uno non da poco credo) ha escluso pubalgia, ha detto di farmi visitare da un chirurgo addominale, urulogo e di fare una risonanza.. ricordo che la prima eco era risultata negativa e nella risonanza è stato trovato questo sopra citato, che, immagino non sia quello il problema dei miei dolori all'inguine vero?