Utente cancellato
Salve espongo brevemente il mio caso.
Ho cominciato a suonare da circa 5 mesi la marimba e il rullante, sono due strumenti a percussione.
Premetto che sono stata impostata bene dal mio insegnante quindi a parte qualche imperfezione di movimenti sbagliati non ce ne sono.
Dopo 2 settimane dolore all'avambraccio, in realtà era irrigidimento...il mio medico mi ha prescritto sedute da un fisioterapista di manipolazione fasciale e tutto in 2 mesetti si è risolto al 99%.
La diagnosi era lieve epicondilite prodotto da movimenti non abituali ( supinazione epronazione del polso e rotazione di quest'ultimo).
Da qualche giorno il dolore è passato all'altro braccio ma stavolta è piu lieve, non interessa l'avambraccio la solo il tendine epicondilio posteriore, il medico ha detto di stare tranquilla che sono dolori di assestamento poichè i tendini si stanno abituando a movimenti mai fatti prima di 4 mesi a questa parte e ce in un po' di tempo passano da soli.
Se proprio il dolore continua ,che alla fne è fastidio e nemmeno quando estendo il braccio solo un piccolissimo bruciore in alcuni momenti della giornata, posso secondo lui metterci del voltaren.
Volevo chiedere se la possibilità del mio medico curante (di cui cmq mi fido) è reale poichè indagando su internet ho visto che potrebbe cronicizzare e poi sarebbe dura mandarla via....e sapendo cosa vuol dire avere dei disturbi cronici non sono del tutto convinta della diagnosi.
Inoltre cos aposso fare per evitare ricadute? stretching agli arti superiori? palestra?
grazie

[#1]  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
4% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Credo che il suo medico abbia ragione. Caso mai, quando impegna gli arti, provi ad indossare un bracciale o cinturino per l'epicondilite. Lo può trovare in sanitarie, farmacie o in negozi di articoli sportivi. Molto comodo è quello in neoprene con chiusura a velcro regolabile.
La cosa importante è non sovraccaricare molto i muscoli epicondiloidei nei movimenti di flessione dorsale del polso e quando lo fa applichi del ghiaccio per una diecina di minuti.
Se dovesse peggiorare, per esperienza personale, pratichi 3-4 sedute di onde d'urto che possono apportare grande beneficio.
Saluti
dr Pasquale Bergamo

[#2] dopo  
196851

dal 2011
Grazie mille dottore, molto gentile!
Avrei un paio di domande come ultimo post:
- 10 minuti prima fare esercizi di stretching per gli avambracci possono servire ad evitare ricadute?
- posso continuare dunque sforzando finchè il fisico me lo consente e poi fermarmi quando sento dolore nell'attesa di un "abituamento?" ( essendo in una scuola di musica il livello poi inevitabilmente aumenterà)
grazie ancora per la sua disponibilità

[#3]  
Dr. Pasquale Bergamo

36% attività
4% attualità
12% socialità
SCALEA (CS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Le confermo che l'epicondilite è una infiammazione cronica, difficile da curare.
Caso mai cerchi di non esagerare nei movimenti di estensione della mano e del polso. LO stretching dei musoli dorsali dell'avambraccio non ha la capacità di prevenire l'epicondilite. Non deve arrivare al dolore conclamato anche perchè non è facile guarire in tempi brevi.
Saluti
dr Pasquale Bergamo

[#4] dopo  
196851

dal 2011
Capisco..ma se il mio medico avesse realmente ragione come da lei osservato sopra dovrebbe sparire con l'abitudine...ogni epicondilite è cronica?