Utente 202XXX
Buongiorno,
sono un allenatore di pallavolo e saltuariamente mi alleno con i miei ragazzi oltre che praticare altri sport (tennis e palestra dove utilizzo manubri) sempre con cadenza non fissa. Da circa tre mesi ho dei dolori abbastanza diffusi all'avambraccio destro. Lo stesso si è anche gonfiato nella parte mediale. Da circa un mese ho dolori anche all'avambraccio sinistro.In entrambe i casi non ho avuto traumi specifici ed il dolore si è manifestato in una fase successiva all'allenamento (il giorno dopo o dopo alcuni giorni). I dolori sono estesi variabilmente dal gomito al polso con intensità variabile. Ultimamente (da quando ho completamente cessato ogni attività) sento comunque dei "fastidi" diffusi ma non ho più avuto episodi acuti (tanto da non riuscire ad afferrare una maniglia) come in passato. Ho effettuato anche un ecografia ad entambi i polsi che mi ha determinato la seguente diagnosi:" Reperti simmetrici.Pervio bilaterale il tunnel di de querve.Tenosinovite bilaterale al tunnel carpale, più evidente a destra.Stiloidite bilaterale a tunnel ulnare pervi.Elongazione ventrale muscolare di lieve entità ai flessari del carpo a pianini clivaggio muscolari conservati.Elongazione ventrale muscolare bilaterale dei pronatori a piani di clivaggio conservati. Epicondilite bilaterale di lieve entità. Non evidenti entesopatie inserzionali olecraniche bilaterali e o trocleari a tunnel ulnare mediano pervio". Dopo una visita ortopedica che sostanzialmente non mi ha dato nessuna cura se non assumere antiinfiammatori ho effettuato visita fisiatrica che mi ha prescritto laser e ultrasuoni per 10 sedute oltre a terapia farmacologica a base di "airtal" (in una prima fase ho assunto "fortilase" a causa di problemi gastrici ma che non ha dato benefici). La situazione è piuttosto fastidiosa anche perchè non riesco a trovare una soluzione definitiva. A tale proposito avrei 4 domande:
- quale potrebbe essere, a vostro giudizio, lo specialista più indicato per la mia situazione?
- circa 5 anni fa ho sofferto di borsite batterica al gomito sx e da allora ho sempre avuto il gomito gonfio (come se all'interno vi fosse una piccola cisti che si sente anche al tatto). Tale patologia potrebbe essere collegata?
- non potrebbe trattarsi di un infezione di tipo batterico o comunque di carattere alternativo rispetto ad una tendinopatia (è alquanto sospetto, a mio parere, il fatto che abbia colpito entrambe gli avambracci).
- una visita medico-sportiva potrebbe essere indicata a riguardo?
Grazie

[#1]  
Dr. Luca Pace

24% attività
0% attualità
4% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
Buonasera, intanto può essere utile sapere la sua età in relazione ai carichi di lavoro che sostiene (allenamento con i ragazzi, tennis, palestra potrebbe essere eccessivo..).Da quanto riferisce mi orienterei per un problema di carattere muscolo-tendineo. Ritengo che lo specialista in grado di affrontare le sue problematiche può essere sia Fisiatra che l'Ortopedico o il Reumatologo.
Il dolore e/o gonfiore sia al gomito destro che sinistro più che ad un problema infettivo mi fa pensare ad una patologia infiammatoria che in ogni caso sarebbe da escludere eseguendo una serie di esami di laboratorio.
Va detto che è indispensabile una visita per chiarire quegli aspetti che tante volte possono sfuggire nel raccontare un problema ed obbiettivare quanto lei stesso dice.
Dr. Luca Pace

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Buonasera dottore,
innanzitutto grazie per la risposta.
Volevo precisare che ho 35 anni, ho sempre fatto attività sportiva agonistica (pallavolo). Ho già effettuato una visista specialistica sia da un Ortopedico che sostanzialmente mi ha dato solo una terapia farmacologica al bisogno (senza risultati apprezzabili) che da un fisiatra il quale mi ha prescritto laserterapia e ultrasuoni. Ora sono al 7 ciclo (su 10) ma non ho grossi benefici. Qualcuno mi ha consigliato di sottopormi a sedute di tecarterapia altri di rivolgermi ad un chirurgo della mano. Sinceramente sono piuttosto confuso in quanto non riesco a liberarmi di questo fastidioso problema oltre che dubbioso sull'efficacia del trattamento che sto eseguendo (ad esempio la lasertepia irraggia solo la zona dei polsi mentre io avverto dolori ANCHE in prossimità del gomito o sui tendini laterali della mano).La tecarterapia è consigliata in una zona così vasta? Il chirurgo della mano potrebbe aiutarmi?Grazie ancora

[#3]  
Dr. Luca Pace

24% attività
0% attualità
4% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
Buongiorno, la Tecarterapia potrebbe andare pure bene ma il punto è un'altro prima della terapia fisica adatta è più importante fare una diagnosi chiara.
Non credo che un chirurgo della mano la possa aiutare per lo meno in prima battuta.
Dr. Luca Pace