Utente 245XXX
Salve vi scrivo perchè ho alcuni dubbi che i medici non mi hanno chiarito.Premetto che sono un gran sportivo e vorrei tornare a giocare a tennis con gli amici.Esami ecografici hanno evidenziato una zona iperecogena compatibile ad esiti fibrocicatriziali nel muscolo soleo del polpaccio sinistro di circa 2 cm ora ridotta a 0,5 cm dopo 16 sedute di ultrasuono,e un'area iperecogena di 1 cm al terzo medio del muscolo gastrocnemio mediale del polpaccio destro,ora ridotta a circa 0,5 cm dopo altrettante sedute di ultrasuono terapia.Ho ripreso ad allenarmi in palestra da circa due mesi e mezzo facendo corsa e potenziamento ai muscoli interessati e inoltre ho ripreso a giocare a tennis da circa due settimane.Non posso dire di andare male,perchè i muscoli non si bloccano,ma tendono ad affaticarsi.La mia domanda era se queste zone iperecogene ,sia pur deboli e ben stabilizzate ma presenti,possono creare problemi?Oppure,dopo aver perso tonicità e forza,il musolo gradualmente deve riprendersi dalle attività quotidiane e attività sportive?Grazie per l'interessamento.Spero di essere stato abbastanza chiaro.

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
E' stato chiaro certamente egr. signore, ma si sa poco circa la diagnosi che le è stata fatta, circa l'epoca in cui è avvenuto tale truma distrattivo del tricipite surale, circa la sua situazione clinica attuale.
Chi lo sta seguendo? Chi le ha dato l'OK per riprendere l'attività sportiva?
E' importante sapere tutto ciò.
Comunque si affidi ad uno specialista ortopedico, faccia fisiochinesiterapia completa e quando le diranno di riprendere l'attività sportiva, in quanto è definitivamente guarito, allora lo faccia.
Gli " stiramenti e gli strappi muscolari " sono delle serie patologie per un atleta e le recidive sono veramente un problema poi.
Cordiali saluti

Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 245XXX

salve e grazie per la sua risposta al mio annuncio.
La lesione al soleo della gamba sinistra è avvenuta circa un'anno fa mentre quella al gastrocnemio sinceramente non ho avvertito nessun trauma.Il dolore è iniziato a venir fuori penso dopo la cicatrizzazione perchè mi infiammava le parti del muscolo immediatamente sopra e sotto.Comunque credo dopo qualche mese.Quindi anche nel primo caso,quando sono andato a fare l'eco si può dire che oramai era già cicatrizzato ed aveva formato queste aree ieperecogene o fibrosi.Quindi erano queste zone a darmi fastidio,a tal punto che il muscolo si bloccava.Chi mi ha fatto l'ecografia e chi mi ha seguito sono stai dei medici chirurgici e specialisti in medicina dello sport ed osteopatici.l'ultima visita che mi hanno fatto al gastrocnemio è stato nel novembre del 2011 e come esito è stato soddisfacente in quanto la zona iperecogena al gastrocnemio era ben stabilizzata.Comunque dopo parere del medico ho ripreso a correre,ma a distanza di circa un mese e mezzo il muscolo non si bloccava ma comunque facevo fatica a caricare sul muscolo, anche solo a camminare.Di mio iniziativa decisi di rifare qualche seduta di ultrasuoni sempre al muscolo gastrocnemio della gamba destra ,visto che grazie a questa cura ho potuto migliorare,facendoli più localizzati sul problema.
Dopo l'ulteriore cura il muscolo aveva perso tonicità ma riuscivo a caricare a camminare,e dopo 4 mesi con lavori specifici di rinforzo muscolare e anche qualche massaggio abbastanza doloroso ma efficace,sono tornato a giocare a tennis.
Ora il muscolo gastrocnemio dopo lo sforzo fisico si affatica ma non fa contratture serie,mentre il muscolo soleo dell'altra gamba si affatica di meno però in determinati movimenti bruschi magari a freddo fa qualche leggera contrattura che mi infastidisce per qualche giornoL'ultimo ciclo di ultrasuoni che mi hanno fatto al soleo della gamba sinistra sono state ad agosto del 2011 poi dopo un mese anche 4 sedute di massaggi.
Credo che forse qualche seduta di ultrasuoni farebbe bene per sciogliere ancora le zone iperecogene,ma queste cure poi indeboliscono la tonicità muscolare?
Grazie ancora per l'interessamento,spero di ricevere un'altra risposta.