Utente 247XXX
Salve, vi riassumo in breve il mio problema: circa 3 mesi e mezzo fa ho fatto una lezione di fitness(no pesistica) dopo circa un'anno di inattività, facendo esercizi abbastanza impegnativi, per i successivi 3 giorni dolori in tutto il corpo ma dopo qualche giorno tutti i dolori sono scomparsi tranne quello sulla zona toracica centrale che mi porto da circa 3 mesi!!! il dolore si manifesta tutti i santi giorni in modo accentuato la mattina appena alzato e poi diciamo che va alleviandosi, oppure certi giorni che è proprio fastidioso e altri quasi nullo, i movimenti che mi provocano il dolore sono quando porto in fuori il petto o in dentro oppure solamente alzando il mento verso l'alto, provocandomi una sorta di "fitta" nella zona centrale.
E non sò se dipende da questo problema che ci sono delle volte che ho difficoltà respiratorie e difficoltà nella deglutizione.(possibilmente gli ultimi due problemi dipendono da altro)
Ho effettuato un esame radiologico ma non si è riscontrato nulla, ma il dolore a distanza di 3 mesi persiste sempre uguale, il mio medico mi ha prescritto NICETILE 5MG a pillole e MUSCOLIR 4 mg a capsule per 10gg.
Volevo un parere in merito alla questione, ponetemi tutte le domande in modo da potervi spiegare in modo dettagliato il problema... grazie

[#1] dopo  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Potrebbe essere una "semplice" contrattura muscolare degli intercostali che Le provoca il dolore intercostale. Il dolore si accentua, oltre alle situazioni da Lei riportate, in caso di respiri profondi o alla digito pressione in alcuni punti specifici (intercostali)? In caso positivo, ma sempre previa valutazione obiettiva, potrebbe effettivamente essere una "fitta intercostale" e potrebbe sottoporsi ad un breve ciclo di fisioterapia (ginnastica respiratoria con apertura del cingolo scapolo-omerale), sempre che con la terapia correttamente suggeritaLe dal Curante, nel frattempo non si sia già riusciti a risolvere il problema

Cordiali saluti
Dr. Mirko Parabita