Utente 283XXX
buongiorno, volevo chiedere un consulto per una distorsione alla caviglia di caviglia subita da mio figlio circa 20 giorni fà, (lui ha 17 anni con un'altezza di 172 cm e un peso di 69 kg). Premetto che la distorsione non a recato tumefazione o eccessivo gonfiore e che già ha iniziato l'attività sportiva. Tuttavia stante che è ancora dolorante ho provveduto ad effettuare una risonanza magnetica i cui trascrivo l'esito: Si rileva minima lesione delle fibre a carico del legamento peroneo-astralgico anteriore che appare ispessito e disomogeneo, a margini irregolari;
Si rileva ispessimento a carico del legamento tibio-peronale che appare minimamente iperintenso in T2 e Stir, analoga alterazione di segnale si rileva in corrispondenza del legamento tibio - peronale posteriore.
IL QUADRO APPARE DA PORRE IN RELAZIONE AD UNA LESIONE DI BASSO GRADO A CARICO DEL LEGAMENTO COLLATERALE ESTERNO..
Non immagini riferibili a lesioni osteocondrali. Non si rilevano aree di alterato segnale in corrispondenza delle strutture ossee in esame.
Volevo un consulto sul tipo di lesione, sulle modalità di recupero con ginnasticacorrettiva. saluti e grazie

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
12% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signore
mi permetto di risponderle vedendo il suo consulto inevaso da giorni e sperando di farle cosa gradita.

Dall'esame si evince che sebbene di basso grado, la distorsione ha causato una lesione legamentosa su una caviglia già probabilmente "stressata" dal tipo di sport (ispessimento, disomogeneità, irregolarità dei margini sono segni di eventi precedenti alla distorsione).

Il dolore persistente doveva comunque suggerire prudenza per un pieno recupero prima di iniziare l'attività sportiva, magari supportandolo con adeguata fisioterapia.

Va da sé che, se il ragazzo aveva già un problema di appoggio, uno squilibrio di carico sulla caviglia poteva già causare problematiche legamentose, a prescindere dallo sport che, di contro, potrebbe aggravarle; in questo caso sarebbe indicata anche una ginnastica correttiva.. o un plantare... ma il tutto dev'essere valutato da un ortopedico o da un medico dello sport.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi