Utente 369XXX
Buongiorno,
da circa una settimana e mezzo soffro di dolori alla parte alta della schiena sx.Questi dolori si manifestano durante la giornata e durante la notte riesco a riposare e al mio risveglio sto meglio ma sento sempre che c'è qualcosa che inizia piano piano a spingere sulla parte. Non so se ho spiegato bene la sensazione comunque è come avere un coltello puntato che stando fermo però mi fa stare meglio. Ho fatto una prima visita da un medico generico che ha per tranquillizarmi escluSo problemi cardiaci e polmonari e mi ha prescritto pensando si trattasse di un colpo d'aria dell'oki.Ovviamente con l'Oki non ho avuto risultati e dopo due giorni sono andato dal sostituto del mio medico curante il quale mi ha risentito i polmoni non trovando nulla e mi ha chiesto se avevo fatto movimenti strani e/o sforzi.Ho risposto che sinceramente non ricordavo di "crack" eventualmente sentiti e ho detto che ho solo questi atteggiamenti:
1) sono scomposto quando lavoro svaccandomi sulla sedia;
2) le uniche cose che ho sollevato sono sporte della spesa abbastanza pesanti;
3) col caldo tengo sempre il finistrino abbassato che batte sulla parte laterale della schiena e sotto le spalle sx dove ho male.
La diagnosi è stata porta pazienza,sospendi l'oki e prendi tre volte al dì ,ogni 8 ore, il neuraben. Penso che abbia inteso essere una parestesia la dottoressa. Gli ultimi dati ho 31 anni e nel corso del 2007 per problemi lombari dovuti alla postura ho fatto esami rx schiena (lordosi e schiacciamento nella parte bassa), eco addome completa negativa e varie visite fisiatriche colmate con la creazione di un ortopedico di un plantare che uso(diciamo che per un paio di mesi nn l'ho usato ma ho riniziato).Mi piacerebbe sapere che atteggiamento debbo tenere sia col caldo col sudore che si genera dal caldo della stagione, e se questa diagnosi è attendibile.Cordialmente

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
egr. paziente, la sua verosimilmnete è una dorsalgia o cervico-dorsalgia su base irritativa, con un punto doloroso verosimilmente a livello della 5à o 6° vertebra dorsale.Questo punto interscapolare, detto " il punto cervicale del dorso " cioè il punto alto del rachide dorsale. Questo punto interscapolare corrisponde infatti all'emergenza superficiale del ramo del nervo sensitivo tra la 2° e la 3° vertebra dorsale ed è la causa di tante dorsalgie
" misteriose ".
Non hanno relazione i plantari o l'artrosi o altre patologie internistiche.
Sono cellulomialgie irritative, che spesso simulano un problema cardiaco o respiratorio.
Sono spesso algie derivanti da una zona diversa da dove si accus a il sintomo dolore.
Tanti pazienti hanno questa sua identica patologia, descritta da Robert Maigne.
Curi bene il rachide cervicale, lei verosimilmente avrà qualche cervicalgia bassa, si faccia esaminare da uno specialista fisiatra esperto in Medicina Manuale.
Non c'entara nulla nè il caldo, nè il freddo, nè il sudore. Bisogna curare questa patologia che si apprezza nel dorso, ma spesso proviene dal rachide cervicale .
Va eseguito un approfondito esame clinico funzionale , fatta una precisa diagnosi , il mio è un ragionamento diagnostico, ovviamente di probabilità, e quindi va eseguito un trattamento terapeutico idoneo.
Cordialmente
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Grazie della risposta che è fin troppo dettagliata!!!
Farò come mi ha detto.
Cordialmente