Utente 282XXX
Buon giorno, ho 60 anni e da un pò ho dolori lombari ricorrenti con la schiena che si irrigidisce e dolori. Ho fatto la risonanza che le allego. Volevo un vostro parere per capire fino a che punto posso spingermi con una modesta attività fisica che faccio già da diversi anni tipo 30 minuti di corsa, camminata, cyclette una volta alla settimana ognuna e arti marziali molto amatoriale 2 volte alla settimana. Per alleviare questa rigidità e dolorosa posso fare? Grazie e resto in attesa cordiali saluti Patrizia Claut

Modesta scoliosi destro convessa con lordosi rettifica. Conservata altezza dei corpi vertebrali lombari che presentano manifestazioni di spondili con osteofitosi marginale.
Noduli di Schmorl in L3 e L4. Modesta degenerazione fibrovascolare degli spigoli affrontati di L1-L2 e dei piatti affrontati in L5-S1. Ipointensi, disidratati i dischi intervertebrali.
Regolare il margine posteriore dei dischi compresi tra D12-L1 e L1-L2
In L2-L3 protrusione globale del margine posteriore del disco con tendenza alla località erniaria preintraforaminale a destra.
Modestamente ridotta l'ampiezza dei forami di coniugazione.
In L3-L4 e L4-L5 protrusione globale del margine posteriore del disco con maggior sfangamento in sede intraforaminale a destra.
In L5-S1 il disco è di spessore ridotto e modestamente protruso. Conservata ampiezza dei forami di coniugazione a tale livello.
Nonostante manifestazioni artrosiche alle faccette articolari interapofisarie il canale vertebrale presenta una buona ampiezza su tutto l'ambito.
Ipotrofia della muscolatura para vertebrale posteriore

[#1] dopo  
Dr. Francesco Versiglia

24% attività
4% attualità
12% socialità
CIRIE' (TO)
AVIGLIANA (TO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016
Buongiorno,
difficile dare una valutazione solo avendo il referto della RM senza poter visionare le immagini e soprattutto senza poterla visitare.

Il referto ci parla di una RM compatibile con la sua età, per cui non mi preoccuperei per quanto concerne l'attività fisica svolta.

Sicuramente le consiglierei, per quanto concerne la rigidità e il dolore, di effettuare una visita fisiatrica presso un collega della sua zona per una presa in carico e per un'impostazione precisa di un percorso riabilitativo.

Cordialità,
dr Versiglia
Dr. Francesco Versiglia
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione
Esperto in Mesoterapia ed Ossigeno-Ozonoterapia