Utente
Salve, dopo quasi 2 anni di dolori alla scapola e alla spalla destra, presumibilmente insorti dopo uno sforzo, e varie ecografie (ultima a settembre), emg e rx (ultima 1 mese fa) che non segnalavano nulla ho ripetuto un ecografia, visto oltretutto che ho notato una sorta di massa dura sempre a vicino alla scapola, vorrei avere da voi delle spiegazioni su quanto emerso se possibile, e su come affrontarlo:

L'indagine ha evidenziato nella sede preinserzionale prossimale del tendine sovraspinato sul trochite iniziale area focale ipoecogena edematosa riferibile a tendinopatia focale.


A tale livello il tendine appare rigonfio edematoso e al power doppler si oserva incremento di colore da iperemia.

Modesta borsite subacromiondeltoidea.


A carico del tendine infraspinato e a carico del tendine sottoscapolare a livello dell'entesi si osserva ispessimento focale ipoecogeno espressione di entesopatia inserzionale da trazione.


Il tendine sottoscapolare presenta un ipoecogenicità diffusa e bordi tendinei leggermente sfumati ed edamatosi, al power doppler si osserva incremento del colore da iperemia.

Si associa distensione fluida flogistica della borsa sottoscapolare.

I legamenti acromion claveare e coraco acromiale sono ispessiti di aspetto fibroso su base meccanicca ma regolarmente inseriti.

Distensione fluida logistica del recesso sinoviale del tendine del capo lungo del bicipite da tenosinovite di moderata entità.


In comparativa sul lato sinistro si osservano segni di entesopatia inserzionale da trazione al tendine sovraspinato.

[#1]  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
16% attualità
8% socialità
BASTIA UMBRA (PG)
ASSISI (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Buongiorno, il quadro depone per una tendinopatia diffusa a carattere infiammatorio della cuffia dei rotatori.
Se il quadro non era presente ai precedenti controlli potrebbe essere stato causato da un'alterazione dinamica dei movimenti della spalla a causa del dolore da Lei riferito da circa 2 anni.
Si potrebbe essere stabilito un quadro di discinesia scapolo-toracica che sostiene lo stato infiammatorio dei tendini della cuffia e di tutto il complesso capsulo-legamentoso.
Al momento vista l'emergenza COVID 19 le consiglierei di effettuare, al domicilio, esercizi autogestiti di rinforzo degli stabilizzatori scapolari e una blanda mobilizzazione della scapolo-omerale da sdraiato sul lettino. Successivamente si sottoponga ad una visita fisiatrica per avere una diagnosi corretta clinico funzionale e di conseguenza un progetto riabilitativo adeguato.
Ci faccia sapere
Auguri
Dr. Francesco Chiaravalloti

[#2] dopo  
Utente
Salve, innanzitutto grazie mille per la risposta.

Mi sono accorto che l'ultima parte della mia richiesta non era stata copiata, non so come mai, la riassumo velocemente insieme alle date degli esami così magari ha un quadro piu completo:

Da Agosto 2018 ho iniziato ad avere dolore vicino alla scapola dx e formicolio alle dita della mano destra.

Settembre 2019 - Ecografia Spalla e RMN Rachide Cervicale pulite
Dicembre 2019 - Visita Fisiatrica che diagnostica Discinesia Scapolo\Omerale e inizio percorso di fisioterapia
Gennaio\Marzo 2020 - Due controlli che confermano prima la parziale e poi la totale, risoluzione della discinesia, il formicolio effettivamente si è quasi azzerato ma rimane il dolore, da qui una rx alla spalla (negativa per fortuna) e successivamente l'ecografia che riporta al quadro di cui sopra, che però non è stata ancora visionata dal fisiatra per ovvi motivi.

Adesso, visto che fisioterapia e fisiatra sono offlimits, sto appunto continuando gli esercizi che mi ha dato il fisioterapista e il mio medico mi ha dato da assumere etoricoxib 90mg 1 volta al gg, solo che non fa passare nulla.

Potrebbero esserci altre cause oltre alla discinesia che danno questi sintomi e questa tendinopatia diffusa, dovrei fare altri esami secondo lei?
E' normale che con l'etoricoxib non passi almeno un po?

[#3]  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
16% attualità
8% socialità
BASTIA UMBRA (PG)
ASSISI (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Buongiorno, le disestesie alla mano tipo "formicolio" non sono di solito associate ad un problema biomeccanico della spalla ma prevedono piuttosto una radicolopatia C6 o C7 ma Lei dice che la RMN cervicale è negativa.
I FANS come l'Etoricoxibe quando vi è in atto una sofferenza del nervo di tipo compressivo possono non avere effetto, meglio la Tachipirina o farmaci più specifici come il Pregabalin.
Sarebbe importante capire se il dolore si accentua la notte, aspetto caratteristico di una infiammazione della spalla.
Dr. Francesco Chiaravalloti

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, sì la radicolopatia è stata sospettata addirittura dal primo fisioterapista che vidi due mesi dopo l'insorgenza del dolore, quindi a Ottobre\Novembre 2018.

Il problema è proprio che la rmn cervicale è stata esaminata piu volte dal fisiatra e dal mio medico di base ma non c'è nulla.

Bisognerebbe cercare questa radicolopatia altrove? Nella colonna dorsale magari?

Purtroppo il dolore va e viene come intensità, anche se ultimamente è piu presente rispetto agli inizi dove magari mi lasciava qualche settimana di tregua, però non è specifico di un momento della giornata.

Posso solo dirle che sento "sbattere" vicino alla scapola, questo sì la sera quando mi corico, e che ultimamente sembra prudere, è una sensazione strana e non saprei spiegarla a parole meglio di così, non so se può aiutare.

Intanto la ringrazio nuovamente per la disponibilità.

[#5]  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
16% attualità
8% socialità
BASTIA UMBRA (PG)
ASSISI (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Il rachide dorsale può essere implicato solo se in presenza di un dorso curvo cifotico che, di solito, modifica il corretto movimento della scapola e quindi della scapolo-omerale.
Il "formicolio" alla mano non è attribuibile al tratto dorsale per un diverso dermatomero di pertinenza.
Anche il prurito può essere comunque causato da una neuropatia (es. Erpes Zoster).
In ultima analisi, dopo un confronto telefonico con il Medico di MG potrebbe anche iniziare a scopo diagnostico/terapeutico l'assunzione di Pregabalin 25 mg la sera da incrementare progressivamente fino a beneficio. Non superi i 75mg x 2 al di perché se non ha avuto effetto a questo dosaggio non è la terapia giusta.
Ci faccia sapere
Auguri
Dr. Francesco Chiaravalloti

[#6]  
Dr. Cosimo Savoia

24% attività
12% attualità
12% socialità
FINO MORNASCO (CO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
ma la EMG che dice di aver fatto era per la scapola o per la mano?
Dr. med. Cosimo SAVOIA

[#7] dopo  
Utente
Salve dottori, rieccomi, al momento mi è stata consigliata Mesoterapia per 3 volte per ridurre l'infiammazione.

Vorrei aggiungere 2 dettagli, magari vi possono essere utili: ultimamente mi sento "schiacciare" la parte di braccio che va dal gomito alla spalla e ho un fastidio sotto al gomito simile ad un tremolio, inoltre se la sera dormo con il braccio sopra la testa mi alzo a metà nottata con mignolo e indice formicolanti.
Un'altra cosa che non succedeva è che Se tocco il punto della scapola dolente, che precisamente è vicino al "buco" tra l'osso ed il (credo) sottospinato, mi "scrocchia" il braccio\incavo del gomito e mi provoca un leggero sollievo.

Riguardo a quello che dice il Dottor Savoia il referto dice:
Studio delle conduzione nervose periferiche agli arti superiori. V tracce allegate.

Parametri di conduzione motoria e sensitiva dei nervi mediano e ulnare bilateramente in range di normalità.

Conclusioni: Non attuali segni elettrici riferibili a tunnel carpale.

Hanno studiato la parte sbagliata? Sono decisamente sicuro che fosse indicato sulla richiesta che il problema era della scapola e glielo ho anche detto personalmente.
A me sinceramente sembrava strano avessero studiato solo il tratto tra polso e avambraccio ma mi era stato detto che era giusto così.
Potrebbe quindi riaprirsi l'ipotesi di una problematica al nervo ulnare? Era stata data come probabile inizialmente ma poi scartata per via del emg.

[#8]  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
16% attualità
8% socialità
ASSISI (PG)
BASTIA UMBRA (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Buongiorno, quando si effettua una EMG agli arti superiori, se non vi sono indicazioni diverse vengono esplorati tutti i muscoli di pertinenza dei nervi ulnare radiale e mediano.
A scopo diagnostico e terapeutico ha provato con la terapia medica consigliata?
Dr. Francesco Chiaravalloti

[#9] dopo  
Utente
Buonasera, intende il pregabalin?

Aiuterebbe anche con questi nuovi tremolii?

[#10]  
Dr. Francesco Chiaravalloti

24% attività
16% attualità
8% socialità
ASSISI (PG)
BASTIA UMBRA (PG)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Si, Lyrica è il nome commerciale e Pregabalin il principio attivo.
Potrebbe agire positivamente anche su questo aspetto.
Dr. Francesco Chiaravalloti