Utente
Buon giorno,
vorrei chiedervi un consulto in quanto ho ritirato ieri le analisi del sangue e le ho fatte controllare al medico che mi ha detto di essere in perfetta salute, ma che ho il sangue grosso forse dovuto alla pillola e leggermente un po di tiroide.
Ora, io non ci capisco praticamente niente e vorrei sottoporvi i risultati per un vostro riscontro....vi ringrazio in anticipo.

ESAME EMOCROMOCITOMETRICO

Globuli rossi 5,49 (soglia da 3,80 a 5,20)
Emoglobina 16,3 (soglia da 11,4 a 15,00)
Ematocrito 48,8 (soglia da 35,00 a 45,00)
RBC volume medio 88,9 (soglia da 81,00 a 98,00)
HGB globulare media 29,7 (soglia da 27,00 a 33,00)
Conc. Hgb glob. media 33,4 (soglia da 32,00 a 35,5)
Indice distrib. Rcb 12,7 (soglia da 12,00 a 15,5)
Piastrine 226 (soglia da 150 a 450)


FORMULA LEUCOCITARIA

Globuli bianchi 9,4 (soglia da 4,00 a 11,00)
Neutrofili 6,1 (soglia da 1,8 a 6,7)
Linfociti 2,6 (soglia da 1,1 a 3,7)
Monociti 0,6 (soglia da 0,25 a 0,8)
Eosinofili 0,2 (soglia da 0,05 a 0,65)
Basofili 0,0 (soglia da 0,0 a 0,1)

VES 18 (soglia da 2 a 38)
Proteina C reativa 0,17 (soglia da 0,00 a 0,50)

Glucosio 72 (soglia normale <100
Transaminasi 13 (soglia da 5 a 55)
Gamma GT 9 (soglia da 9 a 36)
Trigliceridi 61 (soglia desiderabile <160)
Colesterolo 197 (soglia desiderabile <190)
Colesterolo-HDL 76 (soglia >60)
Creatina 0,89 (soglia da 0,55 a 1,02)

eGFR 76 (soglia >90)

TSH 2,66 (soglia da 0,43 a 3,50)
FT4 1,32 (soglia da 0,70 a 1,48)
FT3 4,31 (soglia da 1,71 a 3,71)

Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente

E' la prima volta che leggo il termine "sangue grosso", immagino che si riferisse alla leggera deviazione dalla media della conta dei suoi globuli rossi che, comunque, rientra probabilmente in una variabilità statistica piuttosto che in una classe di vero significato clinico.

Se non assume altri farmaci che possano interferire con il metabolismo tiroideo, suggerire un semplice controllo a un mese di FT3, FT4 e TSH con aggiunti protidogramma, VES, PCR, colesterolo totale, LDL, HDL e trigliceridi che servirebbero per stabilire se i valori di FT3 sono anch'essi una leggera variazione statistica o rientrino in un quadro di alterazione clinica, nelle donne più spesso frutto di una tiroidite subclinica. Se altearti, si dovrebbe procedere alla valutazione degli anticorpi ma farlo adesso è molto prematuro.

Sarebbe anche utile sapere per quale motivo siano state richieste le indagini di cui le scrive: non mi stancherò mai di ribadire che le analisi devono essere chieste sapendo cosa si cerchi e non alla cieca, altrimenti sono totalmente inutili.

Saluti