Utente
SALVE DOTTORI DI MEDICITALIA, INANZITUTTO VOLEVO CONGRATULARMI CON I GESTORI DI QUESTO SITO POICHè è VERAMENTE DI QUALITà ECCELENTE, POI CONGRATULARMI CON TUTTI I DOTTORI CHE RISPONDONO CHE SONO DI UNA PREPARAZIONE ED ESPERIENZA ALTAMENTE QUALIFICATA! ED INFINE ESPORVI UN MIO PROBLEMA CHE MI AFFILGGE DAL 9 FEBBRAIO 2011.SONO UN RAGAZZO DI 24 ANNI ED IL 1 FEBBRAIO 2011 INIZIAI A PRATICARE NUOTO, NON SAPENDO NUOTARE BENISSIMO MI CAPITAVA DI BERE UN Pò D'ACQUA DI PISCINA, SICCHè IL 9 FEBBRAIO DOPO 4 GIORNI ESATTI DI NUOTO INIZIAI AD AVERE LA MIA TEMPERATURA CORPOREA ALL INCIRCA MAX 37°. TRA I SINTOMI CHE HO NOTATO STANCHEZZA AGLI ARTI, A VOLTE UN Pò LA PELLE ARROSSATA SOPRATUTTO DEL VISO, MI AMMALO PIù FACILMENTE, OSSIA LA GOLA MI SI ARROSSA FACILMENTE, MI SENTO SEMPRE UN Pò SBANDATO SPOSSATO, MI DA UN Pò FASTIDIO LA LUCE FORTE, ED INFINE I LINFONODI LEGGERMENTE GONFI CHE MI DANNO FASTIDIO. DICIAMO CHE TUTTI GLI ALTRI SINTOMI ORA MI SONO SCOMPARSI MI è RIMASTA LA STANCHEZZA CHE NON HO SEMPRE MA SOLO QUANDO FACCIO DELLE COSE PIù STANCANTI COSA CHE PRIMA NON MI ERA MAI ACCADUTA E POI MI SONO RIMASTI I LINFONODI ASCELLARI GONFI CHE OGNI TANTO SONO DOLORANTI.
MI SONO RIVOLTO AD UN PROF. DOTT. E LA SUA SOLUZIONE ERA OPERARMI OSSIA ASPORTARMI UN LINFONODO ED ANALIZZARLO MA SINCERAMENTE SE PRIMA NON FACCIO ALTRI ACCERTAMENTI NON MI VA DI TOGLIERLO. OPTEREI PRIMA PER LA CAUSA, SE POI NON SI TROVA SARà L'ULTIMA SPIAGGIA TOGLIERLO PER ANALIZZARLO!
HO FATTO VARIE ANALISI CHE SOTTO ALLEGO ASPETTO UN VOSTRO CONSULTO.
AZOTEMIA 35 [10-50]
GLICEMIA 88 [60-110]
CREATININA 0.9 [0.5-1.3]
AST 17 [10-40]
ALT 17 [10-60]
GGT 21 [13-50]
LDH 327 [250-500]
SIDEREMIA 117 [35-180]
EMOCROMO
GLOBULI BIANCHI* 3.6 [4-10.50]
GLOBULI ROSSI 4.9 [4-5.8]
EMOGLOBINA 16 [12-17]
EMATOCRITO 44.6 [38-52]
MCV 90.6 [78-94]
MCH* 32.5 [25-32]
MCHC 35.8 [32-36]
RDW 12.8 [11.5-15.5]
NEUTROFILI 62.4 [43-65]
EOSINOFILI* 0.3 [1-4]
BASOFILI 0.5 [0-2]
LINFOCITI 26.5 [25-40]
MONOCITI 10.3 [1-11]
PIASTRINE 204 [130-400]
MPV 8.120
PCT 0.160
PDW 16.400
NEUTROFILI 2.20 [1.72-6.82]
EOSINOFILI* 0.00 [0.04-0.40]
BASOFILI 0.00 [0.00-0.02]
LINFOCITI 1.00 [1.00-4.20]
MONOCITI 0.40 [0.40-1.15]


LGG ANTICITOMEGALOVIRUS NEG
LGM ANTICITOMEGALOVIRUS NEG
LGG ANTI VIRUS EPSTEIN BARVIRUS POSIT
LGM ANTI VIRUS EPSTEIN BARVIRUS NEG
LGG ANTIROSOLIA POSIT
LGM ANTIROSOLIA NEG
HAV TOTALI ASSENTI
HAV LGM ASSENTI
HBS AG ASSENTI
HBS AB QUANTITATIVA 47.1 RISPOSTA BUONA
HCV AB ASSENTI
TPHA NEG
VDRL NEG
HIV 1 2 AB NEGGAT
HCV AB NEG
LUE NEGAT
NAT HCV-HBV-HIV 1 2 NEG

[#1]  
Attivo dal 2011 al 2011
Gentile utente, gli esami sono buoni, tranne un piccolo calo dei globuli bianchi e la presenza di anticorpi contro il virus della mononucleosi (che può dare molti dei sintomi che Lei lamenta e per molti mesi).
Le consiglio di fare qualche esame di sangue supplementare (ves-pcr-toxo-test) e più specifico prima di arrivare a una biopsia. Cerchi consiglio dal Suo curante:sicuramente ne verrà a capo.

[#2] dopo  
Utente
GENTILE DOTT METTI
LA RINGRAZIO PER LA VELOCITà DELLA RISPOSTA
GLI ALTRI ESAMI CHE AVEVO PENSATO DI FARE ERANO DELLA
TOXOPLASMOSI CHE ANCHE LEI MI HA CONSIGLIATO;
E DELLA TIROIDE CHE CHIEDO A LEI SE CI SIA UN NESSO TRA QUESTI SINTOMI
POICHè TRAMITI SITI INFORMATIVI HO LETTO CHE TIROIDE E SISTEMA LINFATICO SIANO COLLEGATI. è VERO?
SALAVE E GRAZIE ANCORA DOTT.
DOMANI MI RECHERò DAL CURANTE!

[#3]  
Attivo dal 2011 al 2011
La tiroide ha relazioni con tutti gli organi (quindi anche con i linfonodi).Tuttavia quelli di competenza non sono propriamente gli ascellari.Torno a ripetere: si affidi al curante e stia sereno.

[#4]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è assolutamente ragione di fare quanto Le è stato consigliato(Biopsia) perchè da quanto leggo si tratta di linfonodi reattivi (=reagiscono ingrossandosi) riscontrabili in quasi tutta la popolazione, alla quale risparmiamo ben volentieri biopsie inutili.

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-i-linfonodi-o-linfoghiandole-le-adenopatie-ed-il-sistema-linfatico.html

Premesso che 37 C° non è febbre, gran parte dei sintomi che descrive (per favore non replichi con il fastidiosissimo MAIUSCOLO) sono ascrivibili agli esiti della mononucleosi che nella stragrande maggioranza dei casi è una malattia autolimitante; le linfoadenopatie possono persistere per un tempo molto lungo e anche per lungo tempo può residuare un senso di malessere e di stanchezza.

Per una conferma farei una ecografia e poi se lo desidera ci aggiorni coinvolgendo ovviamente il suo curante.

Solo in caso di dubbi fondati si fa una biopsia chirurgica ma sempre preceduta da una agobiopsia ecoguidata dei linfonodi dubbi.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente
salve dottori, in quel periodo stavo effettuando uno sbiancamento dentale domiciliare con mascherina con perossido di idrogeno in concentrazione 9.5% che mi portava un bel pò di problemi.
quando staccai il trattamento mi resi conto di un netto miglioramento, per esserne certo, dopo qualche mese iniziai a ripetere il trattamento ed ecco che dopo circa una settimana tutti i sintomi che lamentavo ricominciavano a comparire!
forse ingerendo del perossido di idrogeno sebbene fosse in piccole dosi dopo un pò portava problemi al mio organismo.
dunque ho buttato tutto nella spazzatura
ed i miei problemi sono scomparsi
grazie!