Febbricola continua

Salve,
sono un ragazzo di 25 anni, privo di particolari patologie e non fumatore. Circa un mese e mezzo fa ho avuto un isolato episodio di febbre a 38.5 seguito da allora da una febbricola a massimo 37.2-37.3, una settimana dopo a questa febbricola si è aggiunta tosse secca. Qualche settimana dopo, poiché la situazione non era mutata, mi sono recato dal medico di base che visitandomi ha rilevato gola un po’ infiammata e presenza di catarro auscultandomi il torace e mi ha prescritto la seguente terapia da seguire per 10 giorni:

Tavanic 500mg (1 al giorno)
Oki (1 al giorno)
Aerosol (Fluimucil antibiotico + Prontinal) (2 volte al giorno)

Nonostante la terapia la situazione non è cambiata, sono perciò tornato dal medico di base che mi ha prescritto degli accertamenti con i seguenti esiti:

Rx torace: Accentuazione diffusa del disegno vascolare.
Non addensamenti in atto.
Ombra cardiaca regolare.

Test di Mantoux: negativo

Esame urine completo: tutto nella norma (tralascio i dettagli)

Esame emocromocitometrico: tutto nella norma (tralascio i dettagli)

Monotest: negativo

VES 13
Azotemia 41
Creatinemia 0.9
Uricemia 5
Transaminasi ALT 21
Transaminasi AST 20
Reuma test 9,5
TAS 145

Ricerca anticorpi citomegalovirus IGG 39
Ricerca anticorpi citomegalovirus IGM negativa

Ricerca anticorpi anti rosolia IGG >400
Ricerca anticorpi citomegalovirus IGM negativa

Ricerca anticorpi anti toxoplasma IGG 0
Ricerca anticorpi anti toxoplasma IGM negativa


In seguito alla visione del referto dell’Rx torace il medico di base mi ha prescritto 6 iniezioni intramuscolo di Ceftriaxone Teva e acetilcisteina per 10 giorni diagnosticando una bronchite.

Terminata anche quest’ultima terapia la tosse è quasi scomparsa ma persiste la febbre intorno a 37.2, che generalmente è di poco più bassa (36.8-37) al mattino. E che invece scende a 36.5 solo la sera sul tardi.
Mi sono quindi recato a visita da uno pneumologo che, dopo una visita completa, mi ha riferito di non aver riscontrato problemi auscultandomi il torace e mi ha prescritto una terapia incentrata su eventuali problemi intestinali (nonostante io non presenti nessun particolare sintomo in proposito) basandosi su un colorito stranamente bianco della lingua. La terapia prescrittami è la seguente:

- Rifaximina (4 compresse al giorno per 5 giorni)
- Unidrox (1 compressa al giorno per 5 giorni)
- Yovis (2 al giorno per 10 giorni)
- Mycostatin (2 al giorno per 10 giorni)

Neanche questa terapia ha prodotto un abbassamento della temperatura.

Quello che chiedo è un parere su quali altri accertamenti potrei fare o a quale tipo di specialista potermi rivolgere. E inoltre: una temperatura a 37.2 può essere considerata come febbre da indagare o dovrei lasciar perdere?

Ringrazio anticipatamente scusandomi per la prolissità di quanto scritto.
[#1]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Gent. utente,
a quanto pare è stato ben "setacciato" per quelle che potevano essere le eventuali cause di questo lieve innalzamento della temperatura corporea. E' stato effettuato anche un controllo dell'attività tiroidea con un dosaggio ormonale?
Se vuole, ci aggiorni pure.
Cordiali saluti.

Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta.
Il medico di base mi ha proposto (per mio scrupolo) come ulteriori accertamenti proprio quelli riguardanti l'attività tiroidea e i marcatori tumorali. Lo stesso però mi ha sconsigliato di eseguirli, o per lo meno non con urgenza, in quanto non presento nè diminuzione di peso nè elevati valori della Ves.

Probabilmente deciderò di aspettare ancora qualche settimana per vedere se la situazione si risolve prima di effettuare anche questi ulteriori accertamenti.
[#3]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Non sempre il peso o la VES presentano alterazioni particolari. Ma se vuole attendere...è soltanto una Sua scelta.
Cordialmente.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa