Utente
Salve,
sono un ragazzo di quasi 35 anni, è da un paio di anni circa che sono diventato abbastanza più ansioso (forse anche un pizzico ipocondriaco) rispetto a quanto non lo fossi già prima.
Ma venendo al dunque posso dire che sono circa un paio di mesi, forse anche qualcosa di più che avverto un dolore situato per lo più all'altezza della scapola sinistra. In alcuni momenti per me non è facile decifrare da dove arrivi esattamente il dolore, in effetti può sembrare più sopra della scapola, di lato verso il centro oppure a volte sembra scendere giù fino all' altezza dei reni.
Lo sento come un dolere che parte da sopra per poi diramarsi fino a giù come un leggero bruciore o fastidio o anche trapassarmi fino ad arrivare al petto.
Insomma io presumo sia un problema reumatico o muscolare, in effetti vado in palestra quotidianamente e spesso e volentieri durante la giornata per lavoro mi divido tra lo stare seduto davanti al pc o lo stare in macchina, insomma tutte attività che da quanto so non fanno bene alla schiena, inoltre è più di un anno che quando sono in giro porto con me una borsa a tracolla che potrebbe anche aver peggiorato questa situazione.
Il punto per me importante però è che ho paura che sia qualcosa di più grave, ad esempio che possano essere i polmoni. Sarò sciocco io non so, ma so che i dolori alla schiena/scapole possono derivare anche da questo, premettendo poi che fumo anche se poco, la media è di 3/4 sigarette al giorno, insomma un leggero pensiero di qualcosa di più serio mi è venuto. Per dovere aggiungo che negli ultimi sei mesi ho fatto le analisi del sangue 2 volte e un esame dell'urine, tutto nella norma solo l'ematocrito risultava (la prima volta) leggermente più basso. Aggiungo anche che una volta a settimana gioco a calcio a 7 e corro diciamo due volte a settimana per una quarantina di minuti percorrendo circa 4/5 km ogni volta, il tutto senza mai particolari affani respiratori, se non quelli dovuti ad un normale affaticamento.
Insomma in ultima analisi, posso stare tranquillo che non sia nulla di più grave di una qualche semplice contrattura o simile, oppure nonostante le analisi buone e il fatto che non abbia particolare fatica nel respiro anche sotto sforzo non si può escludere qualcosa di particolare ai polmoni?
Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non vedo motivi di allarme in quanto il disturbo potrebbe essere di origine osteo-muscolare, ma deve pur farsi visitare dal suo medico o da uno specialista.

Cordiali saluti e Buona Pasqua
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie x avermi risposto così celermente.
Purtroppo il mio essere così ansioso mi fa preoccupare per ogni cosa, comunque si al più presto mi farò vedere da uno specialista per cercare di caprine di più.
Grazie mille e buona Pasqua a lei.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla ed ancora Auguroni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it