Utente 301XXX
Gentili dottori,
sono una donna di 37 anni e non riesco ad uscire da un problema che si ripresenta immancabilmente con l'arrivo del caldo.
Non ho mai sofferto in passato di pressione bassa. Fino a due anni fa praticavo sport, avevo un'alimentazione regolare, molte ore a lavoro. E l'estate non è mai stato un problema. Da un paio di anni a questa parte la situazione è molto cambiata. La mia alimentazione non è più così regolare a causa dei miei problemi di gastrite e di reflusso. E al primo accenno di caldo il mio fisico crolla! Da qualche giorno avverto i seguenti sintomi: mal di testa quasi fisso, pressione bassa (90/55 quando in stagioni non calde è su valori 110/70), cuore accelerato (da un paio di giorni non scende mai sotto i 100 battiti, stamani 120), senso di nausea e un forte senso di spossatezza, stanchezza generale. Anche fare il minimo sforzo mi fa mancare l'aria, mi fa aumentare i battiti cardiaci e mi sento debolissima. Stamani ho provato ad alzare la pressione con un caffè e dopo una liquirizia, ma forse ho aumentato il battito cardiaco. Provo a mangiare più frutta, verdura (anche se l'appetito in questi giorni è quasi inesistente), a bere più acqua, ma non riesco comunque a stare bene. Anche adesso che sto scrivendo avverto tutti i sintomi elencati. quello che mi preoccupa è che ancora non è venuto il vero caldo estivo e non capisco questo cedimento fisico. Riesco solo a stare sdraiata. L'anno scorso fu la stessa cosa, andai dal mio medico curante che per un pò mi fece prendere il Gutron, funzionò sulla pressione ma non sugli altri sintomi. Cosa mi consigliate di fare?
In attesa di una vostra risposta, Vi ringrazio cordialmente.

[#1]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

oltre a sostenere il Suo organismo e la pressione arteriosa con una corretta e varia alimentazione e gocce di Midodrina cloridrato al bisogno, Le consiglio di concordare col Curante un esame del sangue per valutare l'eventuale integrazione di Ferro e Sali minerali.

Se vuole mi aggiorni pure.


Cordialmente.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2] dopo  
Utente 301XXX

Gentile Dr Serafino, intanto la ringrazio per la risposta. Ne ho parlato con il mio medico curante che mi ha prescritto delle analisi del sangue da fare proprio per vedere se devo reintegrare magari il ferro o altro. In effetti dall'autunno che ho effettuato una gastroscopia (ernia iatale, reflusso, gastrite, esofagite) la mia alimentazione non è stata certo varia (carne rossa praticamente mai, carni bianche, non tutte le verdure a causa di una cattiva digestione) e forse non ho dato al mio organismo le giuste energie per affrontare il cambio di clima. Quello che volevo chiedere, se posso disturbarla ancora, è questo. Fino ad un paio di anni fa la mia alimentazione era forse un pò più varia, anche se non in modo eccessivo. Ma ero molto più forte fisicamente. Lavoravo molte ore, andavo in palestra, non mi ammalavo quasi mai. Da quando ho iniziato ad avere problemi allo stomaco, il mio fisico (e anche il mio livello di stress a causa di dolori continui) è proprio cambiato. Possono essere correlate le due cose? La ringrazio anticipatamente.

[#3]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

certamente le due cose possono essere tra di loro correlate se la Sua dieta è stata penalizzata nella varietà dei cibi.


Prego.


Cordialmente.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!