I trigliceridi così alti possono indicare la presenza

Gent.mi Dottori,
Vi scrivo per richiedere un Vostro parere sui risultati degli esami del sangue del mio compagno, oltre che una per una piccola domanda sui miei
1)I miei esami sono perfetti, tranne che per due valori riscontrati nell'urina:
Emoglobina: presente + (valori di riferimento = assente)
Sedimento urinario: rare emazie
Vorrei capire se l'alterazione di questi due valori potrebbe dipendere dal fatto che quando ho raccolto il campione di urina ero nel mezzo del mio ciclo mestruale, e magari pur essendomi sciacquata bene è rimasta qualche traccia di sangue.

2)Per quanto riguarda il mio compagno, c'è più di un valore alterato, e mi piacerebbe sentire un vostro parere al riguardo.
Il mio compagno ha 37 anni, è sovrappeso di circa 40 kg, soffre un po' di allergie al polline che cura utilizzando nei momenti di disturbo acuto lo spray Aircort, mangia parecchi dolci.
Risultati suoi esami:

ESAMI SANGUE:
Risultato --- Unità --- (Valori di riferimento)
Leucociti: 3,55 --- 1000/mm3 --- (3,3/11)
Eritrociti: 4,73 --- milioni/mm3 --- (4,5/6)
Emoglobina: 13,8 --- g/dl --- (13/17,50)
Ematocrito: 40,6 --- % --- (42/54
Volume medio eritrocitario (Mcv): 85,8 --- fL --- (77/102)
Contenuto medio di emoglobina (Mch): 29,2 --- pg --- (27/32)
Concentrazione Hb media (Mchc): 34,0 --- g/dl --- (32/36)
Piastrine: 263,00 --- 1000/mm3 --- (150/450)
Volume medio piastrinico (Mpv) 10,4 --- fL --- (6/13)
Granulociti neutrofili: 29,2 --- % --- (40/80)
Linfociti: 59,2 --- % --- (10/45)
Monociti: 7,6 --- % --- (2/12)
Granulociti eosinofili: 3,7 --- % --- (0/7)
Granulociti basofili: 0,3 --- % --- (0/1,6)
Granulociti neutrofili: 1,04 --- 1000/mm3 --- (1,5/5,5)
Linfociti: 2,10 --- 1000/mm3 --- (1,5/5)
Glucosio: 90 --- mg/dL --- (65/115)
Creatinina: 0,92 --- mg/dL ---- (0,6/1,3)
Alanina amminotransferasi: 46 --- U/L --- (9/43)
Glutammil amminotransferasi: 19 --- U/L --- (7/49)
Colesterolo totale: 196 --- mg/dL --- (desider.: < 200)
Trigliceridi: 286 --- mg/dL --- (50/175)

ESAME URINE:
Ph: 7,0 --- (4,6/8)
Leucociti: Assenti
Nitriti: Assenti
Proteine: Assenti
Glucosio: Assente
Corpi chetonici: Assenti
Urobilinogeno: Presente + --- (Assente)
Bilirubina: Assente
Emoglobina: Assente
Peso specifico: 1021 --- (1015/1030)

Come potete vedere, ci sono più valori alterati: leucociti, ematocrito, granulociti neutrofili, linfociti, granulociti neutrofili, alanina amminotransferai e trigliceridi nel sangue; urobilinogeno nell'urina
Vorrei capire cosa pensate di questi risultati, se sono preoccupanti o meno; inoltre, vorrei sapere se i trigliceridi così alti possono indicare la presenza di diabete, e cosa può significare la presenza di urobilinogeno nel sangue. Grazie di cuore :-)
[#1]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Signora,
dai valori ematici riportati si evince una neutropenia lieve (29.2 % - 1.04) (neutrofili diminuiti) con associata linfocitosi (59.2% - 2.10) la qual cosa potrebbe ricollegarsi ad infezione virale e ripercuotersi sui valori dell'ematocrito e dei globuli bianchi. Per quanto riguarda i valori aumentati dell'Alanina amminotransferasi (ALT) con associata presenza di urobilinogeno nelle urine si può supporre una qualche difficoltà all'eliminazione della bile (l'urobilogeno è un prodotto di trasformazione della bilirubina che normalmente non è presente nelle urine – pigmento biliare) (es. steatosi epatica, ostruzione delle vie biliari, etc...). L'ipertrigliceridemia (dieta ? obeso ?) - tra l'altro - è da considerasi tra i fattori di rischio della formazione di calcoli delle vie biliari (persone in sovrappeso sono a rischio maggiore per calcolosi biliare - '..è sovrappeso di circa 40 kg..')
Le consiglio di rivolgervi al Vostro medico di fiducia il quale potrà raccogliere una storia clinica adeguata (diagnosi differenziale) e visitare il Suo compagno , inoltre, potrà controllare TUTTI gli esami ematici eseguiti (es. valori della bilirubina totale e frazionata, amilasi, etc..) e valutare la necessità di approfondimento diagnostico (es. ecografia epatica e vie biliari, pancreas,...)

Per quanto riguarda i Suoi valori in effetti il ciclo mestruale in atto potrebbe avere 'influenzato' il risultato (la qual cosa è quantomai possibili soprattutto in assenza di sintomatologia di altro tipo, es. cistite)
Nella speranza di esserle stata d'aiuto

Dott.ssa M.M.Morelli

[#2]
dopo
Attivo dal 2007 al 2014
Ex utente
Gent.ma Dott.ssa Morelli,
La ringrazio molto per la Sua risposta.
Visto il Suo consiglio, senz'altro il mio compagno sottoporrà al medico i risultati dei suoi esami, ed effettuerà gli accertamenti del caso.
Noi abbiamo chiesto al nostro medico di poter effettuare degli esami di controllo, e quelli sopra indicati sono tutti quelli che ci ha prescritto (nella richiesta non c'erano né bilirubina, né amilasi, né ulteriore tipo di esami).
Soltanto un'ulteriore chiarimento: mi pare di capire che il mio compagno ha comunque qualcosa che non va, mi chiedo se secondo Lei possa essere qualcosa di grave o meno... Sono un po' preoccupata.
Inoltre, il mio compagno aveva chiesto al medico di inserirgli un esame apposito per controllare la presenza o meno di diabete, ma dai risultati avuti non riesco a capire se questo risulti o meno...
Per quanto riguarda la dieta, in effetti entrambi abbiamo iniziato a seguirne una equilibrata e ipocalorica.
Attendo con ansia (molta, essendo un tipo ansioso) una Sua risposta,
La ringrazio davvero tanto per la disponibilità e gentilezza.
[#3]
Dr.ssa Maria Morena Morelli Chirurgo generale 719 12
Gentile Signora,
il Vostro medico curante ha, giustamente, effettuato una valutazione su esami ematici di ‘routine’; l’avere ipotizzato/suggerito un approfondimento diagnostico (es. bilirubina totale e frazionata, amilasi o altri enzimi specifici) scaturisce dall’avere rilevato un aumento dell’urobilinogeno che, come anticipato nel consulto precedente, può associarsi ad un qualche disturbo nell’eliminazione della bile (es. steatosi epatica, ostruzioni vie biliari,…). Inoltre, capisco bene la Vostra preoccupazione per eventuale ‘predisposizione’ genetica al diabete (consulto di febbraio 2007); ma, al momento la glicemia a digiuno del Suo compagno è 90 mg/dl (la diagnosi di diabete si basa su due livelli di glicemia a digiuno maggiori o uguali a 126 mg/dl).
Pertanto, innanzitutto si tranquillizzi, rivolgetevi al Vostro medico curante che ben conosce la storia clinica del suo compagno e che, con l’ausilio di eventuali esami ematici pregressi (confronto !), saprà dare il giusto significato alle ‘alterazioni’ attualmente evidenziate.

Dott.ssa M.M.Morelli
[#4]
dopo
Attivo dal 2007 al 2014
Ex utente
Grazie ancora, Dott.ssa Morelli, è stata gentilissima, veloce e precisa, oltre che molto intuitiva (ha capito che la paura del diabete deriva dalla predisposizione genetica del mio compagno a questa malattia).
Ne approfitto per ringraziare tutti i medici che contribuiscono a questo sito, perchè con la loro disponibilità e competenza forniscono un servizio utilissimo a noi utenti :-)

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa