Febbre dopo bronchite

salve dottori, venerdì 6 settembre nel pomeriggio inizio ad accusare mal di testa e brividi di freddo. La temperatura risulta di 37.5 e si aggiungono dolori a gambe e schiena. Utilizzo per circa due giorni tachipirina credendo in una forma virale, ma lunedì 9 avendo ancora la temperatura sui 37.5 decido di recarmi dal medico curante il quale mi diagnostica un pò di bronchite a dx e leggermente a sx, inoltre si aggiunge mal di gola e linfonodo della gola dx ingrossato.
Mi dà come terapia macladin 500mg e mi avverte che se entro il giorno dopo e cioè martedì 10, nel pomeriggio la febbre non sarebbe scesa di andare a fare una radiografia del torace.
Inizio la cura e già dal martedì la temperatura di attesta sui 36.8 per poi regolarizzarsi in serata e per i giorni successivi.
Ritorno a lavoro (e devo dire anche un pò colpa mia) non mi riguardo per bene, ma in ogni caso stavo bene a parte qualche dolorino alla spalle e poi al torace con la sensazione di non riuscire a chiudere bene il respiro.Da premettere che sono un tipo ansioso e questo sintomo mi è già capitato in passato in concomitanza di periodi più stressanti.
Ieri domenica 15, in serata mi si ripresenta di nuovo la febbre con mio stupore! di nuovo 37.3.
Stamattina chiamo il medico il quale mi dice di andare a fare una radiografia del torace per sicurezza ma il fatto che ho di nuovo la febbre questo dipende da qualche altro fatto virale che si è aggiunto successivamente e quindi di attendere qualche giorno prendendo tachipirina in caso di febbre.
Vado a fare la radiografia (che dovrò ritirare domani) ma il radiologo mi dice che non c'è nulla di che, qualche residuo bronchiale ma niente di più.
Adesso mi ritrovo nuovamente con i decimi e non so cosa fare.
Pensavo di fare qualche analisi del sangue e urine per verificare la presenza di qualche infezione.
Cosa mi consigliate?
grazie per la pazienza
[#1]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Gent. utente,

vista la negatività dell'esame radiografico concordo con Lei ad effettuare un esame del sangue ed un'urinocoltura.

Ne parli pure col Suo Curante e, se lo riterrà opportuno, ci aggiorni pure.


Prego.

Cordiali saluti.

Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ieri ho ritirato la radiografia, questo il referto
LIEVE RINFORZO DELLA TRAMA VASCOLO-BRONCHIALE.
NON SI APPREZZANO SEGNI DA RIFERIRE A LESIONI INFILTRATIVE PARENCHIMALI IN ATTO.
LIBERI I SENI COSTOFRENICI.
RAPPORTO CARDIO-TORACICO NEI LIMITI DELLA NORMA.
Sono stato di nuovo dal curante il quale mi ha visitato di nuovo le spalle ed ha rilevato ancora dei muchi nei bronchi e quindi mi ha detto di fare le siringhe di rocefin.
In tutta onestà gli ho detto che sono un pò pesanti e preferirei, se possibile, un'alternativa. Mi ha dato augmentin che ho iniziato a prendere da ieri mattina 17/09/2013.
Mi ha prescritto anche una serie di analisi da fare però successivamente.
Può andar bene o mi consiglia altro?
[#3]
Dr. Serafino Pietro Marcolongo Dietologo, Medico estetico 8,5k 129 67
Concordo, come già scritto nel mio precedente post, sugli esami da effettuare.

Mentre al Suo posto avrei seguito il consiglio del Curante: antibiotico-terapia intramuscolo.


Cordiali saluti.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa