Utente
Buonasera gentilissimi Medici,
vi scrivo poiché mia madre sta molto male da 3 settimane: accusa dei fortissimi dolori alla schiena, sul lato destro, poco sotto la spalla. Il dolore da lei descritto è lancinante, una sorte di bruciore, come se avesse le fauci di un animale carnivoro che le stritolano le interiora. Io sono molto preoccupata, stasera l'ho vista soffrire atrocemente e sono scoppiata in lacrime. Mia madre ha 57 anni e presenta qualche chilo di troppo. Tuttavia, è una donna piena di energie. Da circa 3 settimane accusa i dolori poc'anzi descritti. Quando il dolore aumenta, non può stare né seduta, né alzata, né sdraiata: soffre da impazzire e non vi è nulla che le può dare sollievo. Una settimana fa, io e mio padre l'abbiamo accompagnata al pronto soccorso di Siracusa - dove - dopo irragionevoli ed estenuanti ore di attesa, hanno praticato controlli al cuore, ai polmoni e anche una TAC. Tutti gli esiti sono negativi. Dal tipo di dolore, abbiamo supposto che possa trattarsi di Herpes Zoster, ma mia madre non presenta le classiche vescicole cutanee, né altri segni visibili o percettibili al tatto. In preda alla disperazione, abbiamo consultato 2 medici curanti: ambedue suppongono si tratti di qualche problema a livello muscolare, artritico, reumatologico o cose simili. Ha seguito svariati metodi di cura che purtroppo non ha portato a termine poiché il dolore è sempre molto intenso e sembrano non fare al caso di mia madre. Non sappiamo di che natura possa essere un dolore tanto atroce. Potete aiutarmi, darmi qualche suggerimento? So che non è facile. Io sono molto preoccupata: temo possa trattarsi di qualche problema a livello di organi e non intervenire in tempo per aiutarla.
Vi ringrazio per l'attenzione prestatami e per il servizio che offrite.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi della Malattia da reflusso gastroesofageo.

Ne parli con il curante.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio, dottore, è stato gentilissimo. Stasera abbiamo consultato un altro medico che pensa possa trattarsi di infiammazione al piloro. Ne parleremo al medico curante. La ringrazio ancora. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Saluti Cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Buonasera. Ritengo opportuno aggiornare il consulto da me scritto poiché vi sono degli aggiornamenti e, magari, questo argomento può interessare qualcun altro, precisando comunque che ogni caso è a sé e che la visita medica rimane sempre la soluzione più appropriata.
Da qualche giorno mia madre sta meglio. Stamane ha effettuato una gastroscopia tramite la quale è emerso che è affetta da helicobacter pylori.
Come accennato nel messaggio scritto in precedenza, 5 giorni fa abbiamo portato mia madre presso il pronto soccorso di un'altra città, e lì le hanno accennato della possibile presenza di questo batterio e prescritto una cura che, evidentemente, ha dato i suoi frutti perché non accusa più i terribili dolori sofferti. Da domani seguirà una cura con antibiotici visto che adesso abbiamo finalmente una diagnosi.
In famiglia siamo tutti molto più sereni, abbiamo trascorso dei giorni terribili.
Distinti saluti.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il beneficio è legato alla terapia antisecretiva
piuttosto che alla presenza del germe,
Ininfluente nel reflusso.

Saluti cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Gentile dott. Quatraro, per una serie di motivi siamo arrivati a dedurre che a provocare quel perpetuo ed intenso dolore sia stato il batterio. Mi sembra di capire che non è così. Ho letto che la presenza del batterio può acuire una già presente gastrite. Non so se è un'informazione corretta. Dunque, a suo avviso, la presenza del batterio non è la causa del forte malessere accusato da mia madre?
Stiamo facendo altri accertamenti poiché secondo il parere di un medico specializzato in altro settore, il dolore è dipeso da uno strappo muscolare o infiammazione ai nervi della schiena. Pur non avendo alcun titolo in merito, non ne sono convinta, anche perché mia madre ha sempre sofferto di gastrite. Mi consola che mia madre adesso stia meglio e spero che quel temibile malessere non ritorni.
Lei pensa che possa esserci una ricaduta?
Attualmente mia madre assume una pillola di Peptazol al mattino.
La ringrazio ancora per la sua disponibilità.
Cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La gastrite va diagnosticata a seguito di biopsie in corso di gastroscopia.

Non posso, nè devo, confliggere con il medico che ha visitato sua madre ... poichè io non posso visitarla!
Rispetto le conclusioni del collega ... ma i dolori muscolari non si giovano dell'antisecretivo preso da sua madre ... il reflusso sì!

Resto dell'idea trascritta in replica #1 e #5.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Sono d'accordo con lei. Infatti, sono ricorsa a questo utilissimo sito per ricevere altri pareri poiché non sono dell'idea che si tratti di un disturbo muscolare. Ieri leggevo un articolo sulla colecistite ed ho notato qualche similarità non solo con il tipo di dolore che ha accusato mia madre, ma anche il punto in cui si è manifestato. Comunque sia, lo faccio a puro scopo informativo, è chiaro che dev'essere il medico ad orientarci. Domani si sottoporrà ad un'ecografia all'addome.
Cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Se riterrà ci aggiorni pure.

Cordiali saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
La ringrazio, Dr. Quatraro.
L'esito dell'ecografia all'addome verrà presto sottoposto al parere del medico di famiglia.
Mi sono allarmata quando ho letto "colecisti alitiasica", scambiata in un primo momento con la colecistite alitiasica che, sempre nei limiti nella mia ignoranza in materia, ho appreso essere parecchio grave. A quanto pare, non è il caso di mia madre.
Ringraziandola ancora una volta per il parere elargitomi, vi terrò aggiornati qualora ci fossero ulteriori sviluppi.
Cordiali saluti.