Utente
Gentili dottori,
Sono una donna di 41 anni, senza figli , ho subìto un intervento di colpoisterectomia totale (29 aprile) ,mi sono state lasciate le ovaie, a causa di un' iperplasia ghiandolare complessa con atipie che mi provocava emorragie che mi hanno anemizzata :emoglobina 9.7.
nel passato avevo subito 2 laparoscopie e 2 laparotomie zona addome.
Attualmente a parte qualche dolorino basso ventre non ho grossi problemi.
Prima dell'intervento ,avvertivo un senso di peso nella zona ano-genitale ,anche in concomitanza del ciclo mestruale ,che mi succede di avvertire ancora a momenti.Poteva essere legato alla patologia?
Volevo chiederVi se sono a rischio di prolasso vaginale o anale?Cosa posso fare per prevenirlo? c è un' attività fisica che puo' aiutarmi in questo?
Cosa devo aspettarmi e che cosa posso fare per evitare conseguenze post intervento e vivere bene questa nuova condizione anche in futuro?
Cosa mi consigliate anche per superarlo dal punto di vista psicologico per me è stato un duro colpo!!
Grazie
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto va esclusa una sindrome emorroidaria.
Successivamente va presa in considerazione la precocità dell'intervento , con riassorbimento di piccole raccolte che quasi sempre si formano in una COLPOISTERECTOMIA.
LA valutazione clinica rimane importante, ma penso si potrebbe risolvere assumendo risolventi.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per aver risposto al mio consulto!
non ho mai sofferto di emorroidi;
Mi capita ( da prima dell'intervento)di avere dolore alla bassa schiena ultimo tratto della colonna.. può essere legato al sintomo?
Invece più spesso da quando sono stata operata mal di gambe...è un altro sintomo legato strettamente all'isterectomia??se sì ,è transitorio ??
vuole dire che è passato troppo poco tempo dall'intervento?
cosa sono i risolventi?
venerdi' farò la prima visita di controllo post intervento...e sono un pò preoccupata anche per il risultato istologico...
per le altre domande che facevo in merito alla prevenzione di prolasso con attività fisica?lo esclude si possa fare prevenzione?
Scusi per tutte queste domande...
Grazie ancora
cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente
Gentile dottore, il senso di peso è diventato dolore nella zona anale....devo preoccuparmi??
Ieri ho fatto una ceretta nella zona puo' aver fatto svegliare dolori legati all'intervento...non ne avevo avuti prima!
Vado di corpo regolarmente.
Per adesso non sto facendo nulla tranne alimentazione leggera .
Grazie cordiali saluti

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' molto importante il controllo che eseguirà , soltanto il Collega sarà in grado ,visitandola , di definire meglio la situazione.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente
grazie
cordiali saluti