Il medico di base mi ha ora consigliato di passare al tirosint e di attendere miglioramenti

Gent.mi,
vorrei chiedervi di porre attenzione sul mio caso, perché la situazione sta diventando insostenibile.
Ho 18 anni, sono alto 1,83cm e peso 81kg.
Questo il quadro clinico sostanziale.
Fondamentale come premessa è il dire che somatizzo incredibilmente lo stress e, forse (in questo vi chiedo aiuto), ho anche una leggera depressione mascherata.

Dall’età di 11 anni in cura per Tiroidite di Hashimoto mostratasi con gozzo per la quale assumo, in maniera leggermente irregolare (per motivi che a breve illustrerò)
eutirox 100mg al di prima di colazione. Il medico di base mi ha ora consigliato di passare al Tirosint e di attendere miglioramenti.
La cosa interessante è che l’esito degli ultimi esami, svolti in sede operatoria per Varicocele 12 giorni fa, vedono un TSH, T3 E T4 LIBERO nella norma.

Ho problemi di metabolismo. Sono ingrassato di c.a 6 kg da Aprile a Luglio, stabilizzandomi su un peso di 85 kg fino a Dicembre.
Sono stato operato, come detto, ad un Varicocele di IV livello tramite tecnica di Ivanissevich 12 giorni fa, e dopo l’intervento a causa di stipsi e del poco mangiare ho perso 4 kg. Sto già riprendendo peso. A breve farò visita da gastroenterologo.
Soffro da c.a un anno di dissenteria costante, quasi tutte le mattine, con netti peggioramenti durante i periodi più stressanti. Dall’inizio del mese questa è alternata a stipsi(anche prima dell’intervento, risolta con CITRAFLEET, dopo tentativi falliti ripetutamente con MOVICOL, clisteri e glicerina.
All’età di tre anni mi è stato diagnosticato un colon irritabile, in particolare ai latticini, a causa del quale era stata prevista una debolezza e sensibilità del mio apparato digerente nell’età più adulta, che in effetti è arrivata. All’età di 10 anni ho sofferto per alcuni mesi di stipsi.
Abbiamo svolto quindi, in data 20 Dicembre, gli esami per escludere malattie auto-immuni degenerative. Alla fine del quadro le porgo tutte.
Non finisce qui: ho dovuto abbandonare le due attività sportive che praticavo(calcio e palestra) dall’età di 14 anni, a causa di due traumi in entrambe.

Il calcio a causa di un dolore localizzato a livello lombo-sacrale e inguinale, identificato come pubalgia, mai però trattata specificamente a causa della concomitanza (come penso evidente) di diversi dolori e problematiche. Il dolore, in parole povere, interessava la zona pubica, e inguinale, con un acutizzazione dopo l’allenamento o dopo un’erezione prolungata sul testicolo e un irradiazione sulla coscia. Abbiamo voluto approfondire, a giugno, il problema a livello urologico. DA RM BACINO e addome inferiore (senza contrasto) risulta una minima falda di versamento liquido endoperitoneale in scavo pelvico con sede declive. Probabile prostatite focale. Disidratazione del disco e minima protrusione discale. Si procede quindi, fino a Novembre, con la cura per questa ipotetica prostatite. Ho potuto vedere minimi segni di miglioramento, ma, cambiato urologo e visitato da un chirurgo, è stata lasciata l’ipotesi
[#1]
Dr. Luano Fattorini Gastroenterologo, Medico di base, Chirurgo apparato digerente, Medico di medicina generale, Radiologo, Chirurgo generale 295 13 4
Carissimo, i disturbi che descrivi sono di varia natura e ognuno di loro necessita ovviamente di attenta valutazione e di distinta considerazione. E' difficile, senza visitarti e interrogarti, dare un giudizio e proporre rimedi.
Anche il disturbo intestinale e la irregolarità dell'alvo meritano apposite indagini prima di pronunciarsi. Hai detto che hai fatto alcuni esami ma sarebbe importante sapere quali e con quale risultato.
Comunque, se non l'hai mai fatto, ti consiglio di fare il test del lattosio e sorbitolo , una prova sul respiro che serve per escludere l'intolleranza agli alimenti che contengono lattosio. Forse la prova per l'intolleranza al glutine l'hai già fatta, altrimenti fai anche quella.
Magari parlane con il tuo Medico di fiducia o col Gastroenterologo.
Saluti.

dr. Luano Fattorini

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dottore, la ringrazio molto per la risposta.
Purtroppo il messaggio è stato inviato solo per metà per motivi di numero massimo dei caratteriEra ancora molto lungo, cerco di abbreviare il più possibile.

- potuto vedere minimi segni di miglioramento, ma, cambiato urologo e visitato da un chirurgo, è stata lasciata l’ipotesi prostatite per la sua inadattezza e ora l’ipotesi è di nevrite. A breve seguirà visita con neurologo.

A causa della palestra ho invece ritratto un’infiammazione al tendine della cuffia rotatoria sx, per il quale ho praticato fisioterapia. Da c.a un anno, per cause ancora non molto chiare, ho però accumulato dolori articolari e muscolari che durante il periodo di allenamento (ormai fermo da due anni) non avevo mai ritrovato. Sono sempre "costretto" a “scrocchiare” tutte le articolazioni.

Ho spesso sintomi influenzali. Raffreddori, sinusite (cronica), linfonodi sottomandibolari leggermente ingrossati, mal di gola, tosse e febbre.

Come attenuanti utilizzo Tachipirina 1000mg al bisogno.

Fumo tra le 10 e le 15 sigarette al giorno.

Di seguito i risultati di tutti gli esami che ho compiuto e che sono già stati visionati dal mio medico di base, il quale non ha evidenziato particolari anomalie.
in data 04/01/2016
Emocromo: esito negativo
Formula Leucocitaria: esito negativo
Velocità di eritrosediment. : 2 mm/h
Ac. Antitransglutaminasi (Metodo FEIA) IgA: 0,40 U/ml
PROTEINA C REATTIVA (PCR): O,3 mg/dl
FATTORE REUMATOIDE: 10 UI/ml
IMMUNOGLOBULINE : IgA: 138 mg/dl
TSH:3,720 mcU/ml (evidenziato come leggermente alto)
T3 LIBERO : 3,00 pg/ml
T4 LIBERO : 1,08 ng/dl
SANGUE OCCULTO NELLE FECI
1 Prelievi: 2 ng/ml
PARASSITI FECI : NEGATIVA RICERCA MICROSCOPICA A FRESCO
CALPROTECTINA(feci) <15,62
Ac.anti-nucleo (ANA) : ASSENTI
Ac. anti-ENA 0,1 Index
ATTIVITA’ PROTROMBINICA 98
INR 1,01
T. DI TROMBOPLASTINA PARZIALE 29 sec.
GLICEMIA 145 (segnato come alto) mg/dl
AZOTEMIA 30 mg/dl
CREATININA 0,97 mg/dl
SODIO 139 mEq/l
POTASSIO 3,5 mEq/l
BILIRUBINA TOTALE E FRAZIONATA
TOTALE 0,46
DIRETTA 0,08
INDIRETTA 0,38
AST 22
ALT 16
e-GFR 101
TROPONINA 0,00
ESAME URINE
negativo (con albumina e peso specifico leggermente elevati)
ESAME MICROSCOPICO DEL SEDIMENTO
URINOCOLTURA: NEGATIVO
SPERMIOCOLTURA: NEGATIVO
SPERMIOGRAMMA: NEGATIVO

Escluse dal medico di base malattie auto-immuni degenerative.

Per quanto riguarda il quadro psicologico, non conduco una vita propriamente canonica: sono Dg di una start-up che lavora nella mia città e rappresentante di istituto del liceo classico che frequento. Sto molto fuori casa. Ho avuto due crisi di panico nel mese di dicembre, con leggera crisi identitaria (data dal fatto che ho anche paura per la mia situazione fisica). . il mio umore ormai è enormemente instabile e sono profondamente insicuro. Sono un po’ ipocondriaco, ma i dolori descritti sopra sono reali, poiché li provo anche quando sono in un periodo ottimo.
Spero di aver reso con chiarezza la situazione. Sono veramente, con tutto me stesso, in attesa di una vostra gentile diagnosi che possa fare chiarezza, seppur in parte, per lo meno su qualche aspetto.
Saluti
[#3]
Dr. Luano Fattorini Gastroenterologo, Medico di base, Chirurgo apparato digerente, Medico di medicina generale, Radiologo, Chirurgo generale 295 13 4
dai risultati degli esami non appare niente di anormale, a parte la Tiroidite di Hashimoto, per cui ti consiglio di attenerti alla terapia prescritta ed eseguire i controlli periodici.
Hai molti disturbi ma niente di grave. Ma ognuno di essi va seguito e trattato adeguatamente, come mi pare tu stia facendo. Ti esorto ad avere pazienza e costanza.
Per quanto riguarda il quadro intestinale, probabilmente si tratta di sindrome del colon irritabile. Però torno a consigliarti un test (breath test) del lattosio e sorbitolo per eventuale intolleranza, se positivo occorrerebbe una correzione dietetica.
Ma secondo me il problema che devi affrontare prioritariamente, sentendo il tuo medico, è l'instabilità di umore, gli attacchi di panico, l'ansia, ecc.. con una terapia adeguata. Penso che, se correttamente curato nel tempo, potresti poi affrontare meglio le varie avversità e i vari disturbi (insomma i vari mali della vita), con più calma ed efficacia. Senza troppi patemi d'animo. A tutto cè rimedio.
A questa distanza, di più non posso consigliarti.
Cari saluti
dr. Luano Fattorini

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa