Utente 368XXX
Salve, ho 19 anni e da circa un anno sto progressivamente perdendo la memoria. Inizialmente sono state le persone che mi circondavano a farmi notare questo problema. Ripetevo spesso le stesse frasi, ponevo frequentemente le stesse domande. Non vi ho dato però molto peso. Con il passare del tempo il problema si è aggravato ed ho iniziato a manifestare sintomi sempre più "ingombranti". Fatico a distinguere eventi che ho immaginato da altri che invece ho sperimentato realmente, pongo le stesse domande anche 4 o 5 volte di fila senza ricordami di averlo fatto, ho perso la capacità di orientarmi, il mio parlare è divenuto sempre meno fluido. E' scandito da continue pause causate dall'incapacità di ricordarne i termini. Questo rende molto difficile la mia vita universitaria e soprattutto quella di relazione. Sono preoccupata, i miei genitori però non prendono seriamente la cosa, scambiandola per distrazione, svogliatezza. Non è così. Non sono una persona ansiosa, certo questa cosa un po' di preoccupazioni me ne dà. NON sono stressata né per l'università, né per altro. Una volta ero dotata di un'ottima memoria... Che cosa posso fare? Quali potrebbero essere le cause di questo mio disagio?

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
La prima cosa che le consiglio di fare è di recarsi da un Neurologo che sicuramente le consiglierà una RM encefalica con mdc.
Prima di parlare di ansia o distrazione, di fronte a un disturbo della menoria recente a 19 anni, vanno escluse cause organiche.
Per cui non perda ulteriore tempo.
Mi faccia sapere se vuole.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 368XXX

La ringrazio molto! Le farò certamente sapere.

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
A presto allora.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 368XXX

Solo per prepararmi a quello che potrebbe essere l'esito: che genere di patologie, alla mie età, possono produrre simili effetti? Esclude l'Alzheimer immagino...

[#5]  
44918

Cancellato nel 2018
Si lo escludo.
Ma sarebbe deontologicamente scorretto pronunciarsi sulle ipotesi che mi spingono a consigliarle una RM encefalica.
Tanto più che non la posso valutare.
Il sintomo di alterazione della meoria a breve termine a 19 anni va sempre indagato.
E' chiaro che ho delle ipotesi.....ma faccia prima la RM e poi ne parliamo.
;-)
Cari saluti,
Dott. Caldarola.