Il tempo più diventa un disagio,di tanto

Salve sono una ragazza di 23 anni, vorrei rivolgermi a voi per un consigli riguardante un problema a livello gastrointestinale che mi affligge ormai da molto tempo e più passa il tempo più diventa un disagio,di tanto in tanto accuso lievi dolori nella parte sinistra del basso ventre con frequenti episodi di meteorismo il basso ventre diventa sempre gomfissimo subito dopo mangiato a volte doloroso fino alla mattina seguente quando devo andare al bagno vado dalle 2 alle 3 volte al giorno ma con fitte al basso ventre e urgenza , si che è un Po schifoso da dire ma è capitato galleggiassero e non sono molto solide o ben formate a volte il colore è una via di mezzo tra il marrone e il rossiccio , ho già fatto esami delle urine e delle feci non rilevando niente e gli esami del sangue ho solo una notevole carenza di acido folico il dolore per andare al bagno quando arriva il periodo mestruale è insopportabile fin quasi mi viene da piangere dal male non so se è collegabile perciò lo scrivo attualmente la dottoressa mi ha prescritto delle pastiglie di acido folico o integratore per rialzare i livelli e un rilassante per intestino
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Dal momento che lamenta dolori al basso ventre e che questo, a suo dire si gonfia enormemente, la prima cosa da fare è rivolgersi ad un Ginecologo che possa escludere patologie dell'Utero e degli annessi e una endometriosi.
Va anche capito perchè lei è carente di acido folico e se ci siano problemi nell'assorbimento per patologie ileali o celiachia, o ancora per restrizione dietetica.
In quanto al colore rossiccio delle feci galleggianti, presumo le la sua Curante abbia provveduto ad accertarsi che lei non perda sangue e quindi abbia richiesto un esame chimico fisico delle feci, uno steatocrito, e la ricerca di sangue occulto.
Importante la valutazione del livello di vit B12, perchè se lei è carente anche della stessa, l'acido folico potrà migliorare l'emocromo ma non bloccare i denomeni degenerativi nervosi (anche dei cordoni midollari) sui quali agisce positivamente solo la vitamina B12.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Inanzitutto la ringrazio per la sua risposta , gli esami delle feci d'altro canto non hanno rilevato niente di anomalo risulta Che Nino sono affetta da nessun tipo di virus o infezione in corso e non sono presenti né muco né sangue, faccio una dieta sana a base di pasta carni e tante verdure e frutta sicuramente mangio poco pesce però miente cibi fritti e sopratutto niente dolci solo ogni tanto la mattina una brioche al bar e baci dalla 3 - 4 tazzine di caffè , non avevo mai valutato che magari centrasse l'utero attualmente prendi la pillola zoely che avrebbe dovuto facilitarne infatti i dolori mestruali sono lievi ma il dolore e i crampi che mi vengono al momento in cui devo andare al bagno sono veramente molto forti e spesso scarico liquidi che solito oltre che andare anche 3 4 volte al giorno, la dottoressa pensa possa essere una sorta di intolleranza al glutine comunque però preferisce controllare che non sia stress, ma io non riesco a capire come possa essere stress se il disagio è continuo. .. solo che può essere che non trovando altro di riferimento rimane un po' spaesata, richiedero' una visita all'utero nel caso lei cosa mi consiglia di fare? Direttamente una gastroscopia o altri esami specifici? Avevo pensato anche di richiedere un esame di intolleranza alimentari siccome mia sorella ne ha, ho 2 parenti che soffrono di tiroidismo potrebbe essere collegabile? La rigrazio ancora per il suo tempo
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Signora non è lei che deve richiedere al medico di fare esami è esattamente il contrario.
Quando un medico si fa suggerire gli esami dai pazienti non è un medico preparato.
Ne sia certa.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore mi rivolgo nuovamente a lei per riferirle che le feci da quel colore aranciato stanno diventando più chiare aimil giallo ed ho avuto episodi di trovare cibo non digerito in esse , cosa dovrei fare ?
[#5]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Cara Signora,
se tutti gli esami fatti sono negativi, il modo migliore per uscire dall'ossessione delle sue feci è non analizzarle nel colore e nel contenuto ad ogni defecazione.
Dopo la defecazione tiri lo scarico e stia tranquilla.
Vada piuttosto dal ginecologo per un esame completo, come le avevo consigliato.
Faccia sapere se vuole.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie cercherò di stare più tranquilla dottore grazie mille!
[#7]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Di nulla.
Buona giornata.
Dr. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa