Mal di gola e dolore al petto

Salve, la mia domanda è una domanda banale, ma sicuramente servirà a farmi chiarezza.
Da 1 giorno ho un forte mal di gola e risentimento al petto, quando faccio la tosse sento dolore alla gola e anche al petto. La nottata l'ho trascorsa male non riuscendo a dormire, perchè aveva la sensazione di soffocamento, dovuto probabilmente a muchi.
La domanda che vi pongo è fin troppo banale, il mio medico di famiglia mi propone di prendere semplicemente la Tachipirina da 500, ma non sarebbe meglio usare un buon antinffiamatorio?...
Io ho sempre utilizzato per queste cose l'antinffiamatorio, ma sempre più spesso mi viene detto di usare la Tachipirina, quale sarebbe il vantaggio di usare la Tachipirina e quale tra le due è la strada più efficace?
Considerando che il mal di gola a me quando viene, viene abbastanza forte, con abbassamenti di voce fino a perderla completamente. E da considerare che sono un soggetto asmatico, quindi per questo mi domandavo se non fosse il caso di lasciar stare l'antipiretico e usare direttamente un antinffiamatorio adatto.

Cordiali saluti
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve,
non posso che concordare con lei: il paracetamolo non ha alcuna concreta attività antiinfiammatoria ma solo antidolorifica e antipiretica.
Tutti i FANS invece, all'attività antipiretica associano quella antiinfiammatoria e conseguentemente antidolorifica.
Ma di questo deve parlare con il suo curante.
Se non vi sono controindicazioni alla assunzione di FANS questa può essere presa in considerazione con tranquillità, specie per pochi giorni.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la risposta. Vedrò di parlare con il mio medico. In ogni caso dall'età pediatrica a qualche anno fa, mi sono sempre curato così, facendo uso per pochi giorni di antinfiammatorio tipo Flomax (credo vada bene in questi casi, mi corregga se sbaglio) ed è andata sempre bene. Poi cambiando città, ho cambiato anche il medico di famiglia e lui come altri dottori in realtà preferiscono consigliarmi la cura che le ho detto prima, piuttosto che quella antinfiammatoria.
Proverò questa nuova linea, nel caso non dovesse andare bene torno alle mie vecchie abitudini...
La ringrazio per la risposta

Buona giornata
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
OK!

Mi aggiorni se vuole.
Buona serata,
Dott. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore, ho fatto come mi consigliava il medico di famiglia. Diciamo che l'assunzione della Tachipirina ha rimosso i sintomi acuti, tipo il mal di gola forte e mi ha fatto dormire più tranquillo le notti successive.
Ora però mi è rimasto del muco e un pò di tosse e mi sento un pò stonato insomma sono rimasti i sintomi del raffreddore. Il mio medico mi ha consigliato l'aereosol, anche se non penso di avere muchi eccessivi tali da dover fare l'aereosol. Diciamo che la tachipirina ha svolto a metà il lavoro, ed ora non avendo più mal di gola non la sto prendendo più la tachipirina, non so se sbaglio.
Lei ha qualche consiglio da darmi, concorda con l'aereosol? Oppure pensavo ai semplici vapori con acqua calda e bicarbonato.
Forse prendendo l'antinfiammatorio avremmo risolto tutto in un solo colpo.
[#5]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Caro signore,
lei ha deciso di seguire la linea terapeutica del curante.
E ha fatto benissimo.
A questo punto è del tutto irrilevante che io interferisca con la prosecuzione della terapia che le è stata prescritta.
Se le sono stati prescritti degli aerosol ci sarà un motivo che io non posso conoscere per via telematica.
Quindi senz'altro si affidi con fiducia al suo curante.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione giustamente anche lei. In ogni caso il tutto è avvenuto telefonicamente senza una visita.
In ogni caso vedrò come si risolverà la situazione, e in futuro saprò meglio come regolarmi

Cordiali saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa