Utente 386XXX
Buongiorno dottori e buims domenica. Vorrei sottoporvi una questione che mi sta capitando già da poco più di 2 settimane. Sto avvertendo un bruciore alla gamba destra. Spesso lo avverto al lato esterno della gamba (in cui ho vene e capillari in evidenza), altre volte avverto il bruciore sulla parte anteriore fino a sopra al ginocchio o a volte nella parte interna della gamba. A volte avverto un fastidio come una pressione anche sul polpaccio che mi tira pure. Il bruciore lo avverto fino alla caviglia tanto che Ho notato anche che le caviglie si gonfiano. Già 2 anni fa ho avuto gli stessi sintomi e mi sono sottoposta a un ecocolordoppler degli arti inferiori in cui mi è stata riscontrata una i sufficienza venosa. Il medico che ha eseguito questa indagine mi aveva prescritto il lipaven da prendere 1 al giorno per 3 mesi.
Per far passare ora il bruciore alla gamba e alla caviglia cosa devo fare? Posso prendere qualcosa? Io sarei orientata a comprare qualche prodotto in erboristeria.
Grazie e buona domenica

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non possiamo fare diagnosi e distanza e non possiamo dare terapie telematiche.
La cosa più razionale che lei possa fare è rifare un color doppler venoso degli arti inferiori per verificare se l'insufficienza venosa si sia aggravata e considerare, con l'angiologo, l'uso di calze a compressione graduata che sono meglio di qualsiasi compressa o prodotto erboristico.
Faccia sapere se vorrà,
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Grazie per la risposta.

[#3] dopo  
Utente 386XXX

Ma quindi l'unica cura sarebbe l'utilizzo di calze A compressione graduate? Per il problema del bruciore e delle caviglie gonfie non hanno una terapia?

[#4]  
44918

Cancellato nel 2018
I flavonoidi sono un'inutile spreco di soldi.
ma questo è un mio parere farmacologico, dato che sostengono una buona fetta di mercato farmaceutico.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#5] dopo  
Utente 386XXX

Ma esistono solo i flavonoidi per questo tipo di problema?

[#6]  
44918

Cancellato nel 2018
Esiste un mare di farmaci inutili.
Se una vena è sfiancata lei può prendere Kg dei vari intrugli, sia venduti come integratori che come farmaci....la sua vena non tornerà certo tonica e con valvole continenti.
Tra l'altro, se lei consulta il Goodman & Gilman, la Bibbia della Farmacologia Clinica, in lingua originale, alla voce venotropi trova due righe. Come per i farmaci epatoprotettori. Sono fenomeni tutti Italiani e ci sono aziende farmaceutiche che campano su queste specialità, pubblicando studi pilotati, di parte ed inutili se non ridicoli.
Poi se il suo angiologo crede che l'Arvenum o il Daflon o il Venoruton le possano cambiare la vita, certamente male non le fanno: non le fanno alcunchè.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.