Utente 278XXX

Salve.
Sono una ragazza di 23 anni, bmi 18.5, che
da qualche mese avverte spesso una spiacevole e ahimè difficile da comprendere sensazione di gelo interno al corpo, in momenti diversi.
Sento una sensazione di freddo polare irradiarsi dal cuore alle braccia, poi giù sulla pancia, le gambe.
Mani e piedi sono ghiacciati, ma il corpo no: la temperatura appare essere normale.
Queste crisi di ghiaccio interno al corpo (mi sembra di avere vene e arterie ghiacciate) mi capitano soprattutto la notte, la sera tardi e la mattina presto.

Una volta sono finita in pronto soccorso perché sentivo un freddo pazzesco insopportabile e avevo 34.9!
Arrivata in ps ormai ero sui 36.00 e non hanno saputo dire la motivazione.
Era la prima volta che mi capitava e ho creduto di morire...
Ho l'emoglobina sistematicamente bassa (da anni di emocromi) siamo tra i 10.5 e gli 11.8 in media, ferro normale e ferritina da sempre valori minimi (tra 6 e 10).
Folati e B12 controllati a novembre e sono apposto.
Ho grossi problemi digestivi e soffro di intolleranze alimentari (glutine lattosio lievito): il mio gastroenterologo sostiene che io abbia un malassorbimento, oltre a reflusso e sindrome colon irritab.
Ho fatto test sangue per celiachia, negativi.
Ora chiedo: è possibile che ciò dipenda dalla digestione?

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
se le si ghiaccia il sangue nelle vene mi pare che l'ansia le stia giocando brutti scherzi.
Faccia una valutazione degli ormoni tiroidei (TSH/FT4) per escludere un ipotiroidismo e veda senz'altro di aumentare la sua Ferritina con una integrazione di ferro o mangiando cibi che contengono ferro assimilabile (carne, pesce e legumi).
Per ulteriore scrupolo faccia anche una Cortisolemia basale ore08:00 e una ACTH sempre allo stesso orario.
Se tutto dovesse essre a posto lei ha degli attacchi di panico da curare.
Faccia sapere se vorrà.
Saluti cordiali,
dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 278XXX

Il TSH é stato controllato a novembre; era apposto.
Il cortisolo pure ed era alto.
Mi spiace che situazioni come questa vengano sempre ricondotte a stati ansiosi: non può trattarsi di una forma di anemia?
Non so se le possa essere utile sapere a riguardo che soffro di candida recidiva da anni, e che la settimana scorsa è risultato da una banale analisi del sangue che avessi i leucociti a 2.81.

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
Scusi eh,
ma lei ha fatto TSH e Cortisolo e non ha fatto un emocromo?
E che medico ha che parte dalle cose più difficili e si dimentica delle più ovvie?
Se la settimana scorsa ha scoperto la sua leucopenia, saprà anche se è anemica o meno.
Riporti tutto l'ultimo emocromo se vuole e faccia sapere se ha assunto farmaci recentemente.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 278XXX

Gentilissimo Dottore, la ringrazio per la celerità delle sue risposte e la sua assistenza.
Ultimo emocromo:
Eritrociti 4.09
Emoglobina 118
Ematocrito 37.5
Mcv 91.7
Mch 28.9
Mchc 315
Rdw 14
Piastrine 161
Leucociti 2.81
Neutrofili 50.2%
Linfociti 39.9 %
Monociti 6.5 %
Eosinofili 2.7 %
Basofili 0.7%
Neutrofili 1.41
Linfociti 1.12 monociti 0.18 Eosinofili 0.08 basofili 0.02

[#5] dopo  
Utente 278XXX

In tutti gli emocromi precedenti (ultimi 6 mesi) si evidenzia carenza di emoglobina (10.5), di globuli rossi e anche di Piastrine.
Leucociti bassi da anni, ma mai così bassi.
Da 20 giorni ho gonfiore linfonodi gola; ho fatto ecografia collo e se vuole le riporto il responso (scialoadenite e presenza di massa irregolare di 0.5 cm a dx da tenere monitorata).
Da due mesi accuso inoltre un acufene pulsante monolaterale che non mi sta facendo più dormire e che dal mio Orl e maxillo è stato ricondotto a una possibile causa vascolare (soffro di aritmie ed extrasistoli quotidianamente, anche a riposo, e mentre sto dormendo).

[#6]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
mi pare che il suo ultimo emocromo, eccezion fatta per la leucopenia, abbia recuperato l'emoglobina.
Una leucopenia così marcata può dipendere da vari fattori, anche banali, comprese infezioni virali, assunzione di farmaci...
Perciò il suo emocromo va sicuramente ripetuto per valutare se il numero dei bianchi si sia abbassato ulteriormente oppure sia tornato alla norma.
Nonchè per vedere il valore dell'emoglobina.
Ferro, ferritina, transferrina/TIBC, vit B12 e acido folico sono stati controllati?
Una carenza di acido folico o Vit.B12 può esprimersi con una ridotta emopoiesi, anche della serie bianca.
In quanto all'acufene vasomotorio che riferisce. la prima cosa da fare è un colr doppler dei TSA.
Se non l'ha mai fatta anche una visita cardiologica con Ecocardiograma color doppler ed un Holter ECG/24h per valutare le sue arirmie.
Si inizia a volare basso: se ci sono i requisiti si può passare a indagini di II livello dome una Angio TC del circolo intracranico o una Angio RM deloo stesso distretto.
La piccola massa parotidea potrebbe con utilità essere sottoposta a RM con mdc o affidata a un chirurgo Maxillo - facciale per un consulto.Data la sua irregolarità ecografica, tenerla sotto controllo ecograficamente ha poco senso.
Mi aggiorni pure se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.

[#7] dopo  
Utente 278XXX

La ringrazio infinitamente, é stato precisissimo e scrupoloso
La terrò aggiornata.
A presto!